Infine, Il Mio Cuore Immacolato Trionferà!

8Due rappresentazioni della maternità, naturale e soprannaturale

L'immagine miracolosa di Nostra Signora di Guadalupe
L’immagine miracolosa di Nostra Signora di Guadalupe ritrae la Madonna in modo delicato e soprannaturale come la Madre di Dio.

Questa immagine miracolosa di Nostra Signora di Guadalupe è senza dubbio la rappresentazione della Madre di Dio più studiata al mondo.

Ci sono due cose che lo rendono particolarmente unico. Innanzitutto si tratta, per così dire, di un autoritratto miracolosamente realizzato a mano, per il popolo azteco, dalla Madonna stessa. Il tono della sua pelle scura e i capelli neri e lisci illustrano chiaramente il suo desiderio di essere vista dal popolo messicano come la loro madre. È impresso su una tilma , tipico poncho messicano. In secondo luogo, è l’unica immagine universalmente venerata in cui la Madonna è raffigurata mentre porta il Cristo Bambino nel grembo anziché tra le braccia.

La fascia nera con fiocco che indossa intorno alla vita era un’usanza tra le donne azteche per indicare che erano incinte. Questo fatto è stato miracolosamente confermato da Carlos Fernandez del Castillo, un importante ginecologo messicano. Dopo aver esaminato l’immagine, ha deciso di posizionare uno stetoscopio appena sotto la fascia. Rimase stupito nel sentire la frequenza cardiaca ritmica di 115 battiti al minuto:1 uguale a quello di un bambino nel grembo materno.

Statua mondana raffigurante la Madonna con pompetta

Il lettore con una mentalità laica scarterà immediatamente tali scoperte e preferirà immaginare la maternità della Madonna come non diversa da quella di qualsiasi altra donna. Una persona del genere quindi non vedrà alcun problema nella statua sottostante.
Questo modo grossolanamente naturalistico di ritrarre la Madonna è l’esatto opposto della discrezione usata dalla Regina del Cielo nel suo “autoritratto” a Guadalupe. Il modo in cui la sua mano destra toglie il copricapo sembra essere inteso come un movimento intenzionale per accentuare quello che viene comunemente definito tra gli osservatori di celebrità come “il pancione”.

Questa espressione è diventata onnipresente nel nostro mondo moderno e ha portato a numerose immagini di star del cinema formalmente snelle con “il pancione” che adornano le copertine dei tabloid scadenti dei supermercati. Queste stelline spesso non sposate, comunemente mostrate mentre indossano abiti attillati per accentuare il loro grado di gravidanza, non fanno altro che diminuire la bellezza della maternità.

Oltre all’enfasi sulla parte centrale, il volto della statua ha un aspetto discreto e sensuale, simile a quello visto sui volti dei mondani. È un bel volto di donna comune senza traccia di soprannaturale così evidente nella postura orante di Nostra Signora di Guadalupe. È solo confrontando le due immagini, però, che possiamo apprezzare appieno il disservizio che tali rappresentazioni arrecano alla Madre di Dio.

Niente nella maternità della Madonna era comune come questa statua la presenta dolorosamente. Al contrario, il Piano Divino con cui Nostro Signore si è fatto carne e ha camminato in mezzo a noi è stato un evento maestoso e inimmaginabile per la mente degli uomini. Non ha mai perso la verginità, la delicatezza femminile e nemmeno il senso della discrezione. Invece di porre la Madonna a modello per tutte le madri, questa statua la stereotipa semplicemente alla maniera dei modelli immodesti.

Norman Fulkerson 27 febbraio 2016

Articoli correlati

La storia dell’albero di Natale e perché i cattolici lo decorano

Come il Messia di Händel ci aiuta a combattere il “culto della bruttezza”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.