Infine, Il Mio Cuore Immacolato Trionferà!

5L’Albero di Cristo

Dopo il presepe, l’albero di Natale è il simbolo più significativo del periodo natalizio – soprattutto in tempi passati, quando l’aspetto commerciale del Natale non era così aggressivo.

L’inventore dell’albero di Natale fu San Bonifacio, apostolo ed evangelista della Germania.

Nel 723 San Bonifacio abbatté un’enorme quercia dedicata al dio Thor, nei pressi dell’attuale città di Fritzlar.

Lo tagliò per convincere il popolo e i Druidi che non era un albero sacro.

Questo episodio è considerato l’inizio formale della cristianizzazione della Germania.

Cadendo, la quercia distrusse tutto ciò che la circondava, tranne un piccolo pino.

Secondo la tradizione San Bonifacio interpretò questo fatto come un miracolo.

Poiché era il tempo dell’Avvento e stava predicando sul Natale, disse:

“D’ora in poi chiameremo questo pino l’albero di Gesù Bambino”.

Iniziò così in Germania l’usanza, che persiste ancora oggi, di piantare piccoli pini per festeggiare la nascita di Gesù.

E nel XIX secolo, l’albero di Natale – conosciuto in alcuni paesi europei anche come “Albero di Cristo” – si diffuse in tutto il mondo come simbolo della gioia natalizia nel celebrare la nascita del Divino Bambino.

(Fonte: La Guida delle Curiosità Cattoliche di Evaristo Eduardo de Miranda)

Luis Dufaur 24 dicembre 2014

Articoli correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.