Infine, Il Mio Cuore Immacolato Trionferà!

4L’affondamento di Kursk: il super siluro russo, una nuova minaccia dalla Cina

“Non ci sono contromisure note per un’arma del genere.”

Compilato da Giovanni Vennari

Il Kursk , che affondò a 354 piedi d’acqua nel Mare di Barents il 12 agosto con 118 persone a bordo, era un sottomarino missilistico da crociera nucleare di tipo Oscar II, il principale sottomarino che partecipò alla più grande esercitazione navale della Flotta del Nord russa. una decade.

La nave, secondo il Soviet Analyst con sede a Londra , era impegnata nel finto affondamento di sottomarini e portaerei statunitensi ed era sotto osservazione di due sottomarini statunitensi situati a circa 50 miglia dalla scena, insieme a diverse altre navi di monitoraggio alleate.

Il Kursk stava anche testando un nuovo sistema d’arma, un siluro superveloce che viaggia a velocità superiori a 230 mph.

Scientific American ha riferito nella sua edizione di maggio che i siluri supersofisticati sono stati collegati all’affondamento del Kursk lo scorso agosto, e persino all’arresto e alla prigionia di Edmond Pope.

Pope, un uomo d’affari americano, è stato accusato dalle autorità russe di spionaggio, in particolare per aver cercato di acquistare piani per il “siluro ad altissima velocità”.

“Le prove suggeriscono”, ha affermato Scientific American , “che entrambi gli incidenti ruotavano attorno a una tecnologia sorprendente e poco segnalata che consente alle armi e alle navi navali di viaggiare sommerse a centinaia di miglia all’ora – in alcuni casi, più veloce della velocità del suono nell’acqua .”

La nuova tecnologia che consente questi siluri superveloci “si basa sul fenomeno fisico della supercavitazione”.

Secondo Scientific American , i siluri di nuova generazione, alcuni ritenuti in grado di trasportare testate nucleari, sono circondati da un “involucro rinnovabile di gas in modo che il liquido bagni pochissimo la superficie del corpo, riducendo così drasticamente la resistenza viscosa” sul siluro .

La nuova tecnologia “potrebbe significare un salto di qualità nella guerra navale che è in qualche modo analogo al passaggio dagli aerei a elica ai jet o persino ai razzi e ai missili”.

Nel 1997 la Russia ha annunciato di aver sviluppato un siluro subacqueo non guidato ad alta velocità, che non ha equivalenti in Occidente. Chiamato in codice Shkval o “Squall”, il siluro russo viaggia così velocemente che nessuna difesa statunitense può fermarlo.

Alla fine del 2000, dopo l’affondamento del sottomarino russo Kursk , iniziarono a circolare nuovi rapporti secondo cui la marina cinese aveva acquistato il siluro Shkval.

Nostra Signora di Kursk

“Lo Shkval” ha affermato Richard Fisher, analista della difesa e membro anziano della Jamestown Foundation, “è stato progettato per dare ai sottomarini sovietici con sonar meno potenti la capacità di uccidere i sottomarini statunitensi prima che i siluri antisommergibile filoguidati statunitensi potessero raggiungere il loro obiettivo. La marina cinese vorrebbe sicuramente avere questo tipo di vantaggio sui sottomarini statunitensi in futuro. Alla velocità con cui viaggia, lo Shkval potrebbe letteralmente fare un buco nella maggior parte delle navi statunitensi, con poco bisogno di una testata esplosiva”.

“Questo siluro viaggia a una velocità di 200 nodi, o da cinque a sei volte la velocità di un normale siluro, ed è particolarmente adatto per attaccare grandi navi come le portaerei”, ha detto Fisher.

Sebbene la causa esatta dell’affondamento del Kursk non sia mai stata dichiarata ufficialmente, l’ Associated Press ha riferito a gennaio che l’analisi sismica delle onde d’urto suggerisce che due successive esplosioni a bordo hanno distrutto il sottomarino.

“La prima esplosione è stata relativamente piccola, coerente con un siluro difettoso a bordo del sottomarino Kursk “, ha affermato un rapporto dei ricercatori dell’Arizona e del New Mexico, pubblicato il 23 gennaio sulla rivista geofisica Eos . “L’esplosione è stata seguita circa due minuti dopo da una seconda esplosione 250 volte più grande della prima”, hanno detto i ricercatori.

“La dimensione della seconda esplosione è stata così grande”, ha detto lo studio, “che è improbabile che un sottomarino possa essere sopravvissuto al corrispondente impulso di pressione”.

Per quanto riguarda lo Shkval, è un siluro a razzo da 6.000 libbre, lungo circa 27 piedi con una portata di circa 7.500 iarde. Può volare attraverso l’acqua a più di 230 miglia all’ora.

Il “siluro” a propulsione a razzo solido raggiunge questa velocità elevata producendo un flusso di bolle ad alta pressione dal naso e dalla pelle, che ricopre l’arma con un sottile strato di gas. Lo Shkval vola sott’acqua all’interno di un gigantesco “involucro” di bolle di gas in un processo chiamato “supercavitazione”.

Lo Shkval è così veloce che è guidato da un pilota automatico piuttosto che da una testa di ricerca come sulla maggior parte dei siluri. Lo Shkval originale era progettato per trasportare una testata nucleare tattica fatta esplodere da un semplice timer. Tuttavia, i russi hanno recentemente iniziato a pubblicizzare una versione homing, che si esaurisce a velocità molto elevata, quindi rallenta per cercare il suo obiettivo.

“Poiché non esistono contromisure note per un’arma del genere”, ha affermato David Miler in un articolo dell’aprile 1995 “Supercavitation Going to War in a Bubble” (Jane’s Intelligence Review) , “il suo sviluppo potrebbe avere un effetto significativo sulle future operazioni marittime, sia di superficie e nel sottosuolo, e potrebbe mettere le forze navali occidentali in notevole svantaggio”.

Scientific American riferisce che la Cina ha acquistato circa 40 siluri Shkval dal Kazakistan, “aumentando la possibilità che Pechino possa minacciare le forze navali americane in un futuro confronto nello Stretto di Taiwan”. La rivista dice anche che un ufficiale sottomarino cinese era a bordo dello sfortunato Kursk “per osservare il test della nuova versione dello Shkval”.

Questo rapporto chiarisce che la Russia non si è convertita, né il mondo è alle soglie della pace che segnerà il Trionfo del Cuore Immacolato.

Al contrario, la Russia sta perfezionando armi all’avanguardia di cui l’Occidente non ha equivalenti. Vende queste armi alla Cina comunista, una nazione il cui arsenale militare sta crescendo a un ritmo allarmante.

La necessità che il Papa, in unione con i vescovi del mondo, consacri la Russia al Cuore Immacolato di Maria è più urgente che mai. Solo così, ha detto Nostra Signora di Fatima, la Russia si convertirà, si scongiurerà la minaccia dell’annientamento delle nazioni e si concederà al mondo un periodo di pace.

Fonte: Il Centro di Fatima

Lascia un commento