Infine, Il Mio Cuore Immacolato Trionferà!

4L’ “Hermetic Order of the Golden Dawn”, Massoneria e Massoni… (4a parte)

FONTE IMMAGINE: Amazon (https://www.amazon.com/)

[Proseguo nel segnalare alcune figure di massoni collegati, in vario modo, alla Golden Dawn].

3.4.   Bro. W.L. Wilmshurst (WLW) nella Golden Dawn di Bro. A.E. Waite…

Nel libro “The Golden Dawn Scrapbook. The Rise and Fall of a Magical Order” (Samuel Weiser Inc., York Beach, Maine – USA, 1997) il massone Robert Gilbert (UGLE, SRIA,…) scrive che nel 1891 Arthur Edward Waite (1857-1942) entra nella Golden Dawn (cf. p. 166), poi ne esce nel 1893 (cf. p. 167) e vi rientra nel 1896 (cf. p. 168). Nel 1899 Waite entra nell’Ordine Interno della Golden Dawn, la Rosa Rossa e Croce d’Oro (cf. p. 168). Nel 1901 Waite è iniziato nella Massoneria (UGLE) e nel 1902, già Maestro Massone, entra nella SRIA (cf. p. 171). Nel 1903 Waite si separa dalla Golden Dawn di Westcott-Mathers e crea una sua versione di Golden Dawn, “Independent and Rectified Rite” (cf. pp. 171-172), che cessa le attività verso il 1915 (cf. p. 174).

In un mio precedente articolo ho dato qualche notizia in più sul curriculum massonico di Arthur Edward Waite; ad esempio, nel 1935 Waite ottiene il 30° grado del prestigioso Ancient & Accepted Rite (A&AR) di Inghilterra e Galles. Inoltre ho illustrato la simpatia di Waite per Lucifero e la sua speranza nella redenzione finale di Lucifero (qui: https://www.ilregnodimaria.it/3arthur-edward-waite-lucifero-e-il-caso-taxil/).

Torniamo al summenzionato libro di Bro. Gilbert che a pag. 183 pubblica una richiesta di affiliazione («Application form») alla Golden Dawn di Waite («the Order of the M[orgen] R[othe], later known as the Independent and Recitifed Rite»). Il candidato è lo scrittore massone Walter Leslie Wilmshurst («the masonic writer, W.L. Wilmshurst»: p. 183)!

La data della richiesa di affiliazione di Wilmshurst è il 27  novembre 1907. È indicato anche il suo nome iniziatico: “Regnum Dei” (cf. p.183).

Peccato che il massone Robert Gilbert non dica altro sul massone Walter Leslie Wilmshurst (WLW)…  Bro. Gilbert non ha trovato altro materiale o ha preferito tacere dato che la figura di WLW è tuttora influente nella Massoneria regolare e nella ‘ricerca mistica’ di massoni regolari?

Su scritti e pensiero di Bro. W.L. Wilmshurst ho pubblicato due articoli (qui: https://www.ilregnodimaria.it/2la-esoteric-school-gnosi-nella-massoneria-inglese-ugle-e-w-bro-walter-leslie-wilmshurst-1867-1939/ ; qui: https://www.ilregnodimaria.it/1ancora-sulla-gnosi-di-w-bro-w-l-wilmshurst-ugle-alchimia-ermetismo-angeli-massoneria-craft-royal-arch/).

Nel secondo articolo ho illustrato alcuni contenuti del pensiero massonico di WLW: l’Iniziazione quale espansione della Coscienza; la Morte Mistica dell’Adepto al Terzo Grado di Maestro Muratore; la Gnosi (Hiram, il Divino in noi; noi, Angeli caduti nella Materia…), l’Alchimia e l’Ermetismo per la Rigenerazione Iniziatica; Angelologia esoterica/gnostica; necessità degli Opposti (e del Diavolo); l’Unione con il proprio Demone-Angelo-Anima Superiore (qui: https://www.ilregnodimaria.it/1ancora-sulla-gnosi-di-w-bro-w-l-wilmshurst-ugle-alchimia-ermetismo-angeli-massoneria-craft-royal-arch/).

Sono tutti elementi che ritroviamo anche nella Golden Dawn e in particolare nell’Ordine Interno della Rosa Rossa e Croce d’Oro (qui: https://www.ilregnodimaria.it/2l-hermetic-order-of-the-golden-dawn-massoneria-e-massoni-2a-parte/https://www.ilregnodimaria.it/3l-hermetic-order-of-the-golden-dawn-massoneria-e-massoni-3a-parte/).

In uno studio su WLW pubblicato negli Atti della “Quatuor Coronati No. 2076” di Londra,  Bro. Antony R. Baker lascia intendere che WLW abbia fatto parte anche dell’“Ancient & Accepted Rite” [cf. AQC 119 (2006), p. 63 (40-105)]. In effetti, nel poema “In a Secret Temple”, WLW accenna a concetti, simboli e riti del 18° grado A&AR (cf. W.L. Wilmshurst, “The Way to the East”, J.M. Watkins, London 1934, pp. 22-23).

3.5. Esoterismo massonico, “Masonic Study Society” (MSS), Golden Dawn…

Qui su Corrispondenza Romana ho già accennato alla Masonic Study Society”, una Società di studi massonici riservata a Maestri Massoni della UGLE o di Grandi Logge riconosciute dalla UGLE (qui: https://www.ilregnodimaria.it/2la-esoteric-school-gnosi-nella-massoneria-inglese-ugle-e-w-bro-walter-leslie-wilmshurst-1867-1939/).  

Al 256° Meeting della MSS, svoltosi a Londra, mercoledì 19 marzo 1987, il massone W.Bro. [sigla di “Worshipful Brother”: Maestro Venerabile) Ronald E. Pike ha tenuto la relazione “The Masonic Study Society and Freemasonry”.  Ronald E. Pike (da non confondersi con il massone americano Albert Pike) illustra le origini, la natura e l’importanza della MSS e i suoi rapporti con la Massoneria (cf. W.Bro. R. E. Pike, The Masonic Study Society and Freemasonry, in Transactions of the Masonic Study Society, Volume LIX (1987), Editor Wor. Bro. E. Stanley Brown (P.M. 2809), Littlehampton (Sussex – United Kingdom), pp. 5-19).

Vediamo alcuni punti importanti di questa relazione di W.Bro. R.E. Pike.

3.5.1. La MSS nasce a “Mark Masons Hall”, tra Marte e Venere…

R.E. Pike illustra le “Scuole”, o indirizzi, di ricerca massonica inglese che ho già indicato in un mio precedente studio, sopracitato (qui: https://www.ilregnodimaria.it/2la-esoteric-school-gnosi-nella-massoneria-inglese-ugle-e-w-bro-walter-leslie-wilmshurst-1867-1939/: la “Authentic School” (ossia la Loggia “Quatuor Coronati No. 2076”, UGLE), e la “Non-Authentic School” che consta di 4 rami: “Esoteric School”, “Mystical school”, “Symbolist or symbolic school” e “Romantic school” (cf. pp. 8-9). Quest’ultima (che non ho citato in quel mio articolo) afferma la connessione diretta tra Massoneria Operativa e Massoneria Speculativa.

Nella “Non-Authentic School” confluisce anche la MSS.  R.E. Pike condivide tutti e 4 i rami della “Non-Authentic School” (cf. p. 9).

R.E. Pike racconta che dopo la prima guerra mondiale alcuni massoni si sono sentiti stimolati ad approfondire il significato di riti e simboli della Massoneria. In effetti già al Primo Grado di Apprendista, ai massoni è richiesto un quotidiano avanzamento nella conoscenza massonica… Perciò un gruppo di massoni costituisce la “Masonic Study Society” (MSS)  alle ore 5:30 del pomeriggio di martedì 14 giugno 1921 presso la “Mark Masons Hall” (sita al numero 64-65 di Great Queen Street, dal 1889 al 1938). R.E. Pike afferma che in quel giorno di fondazione, la MSS nasceva sotto l’influsso di Marte e Venere («Mars and Venus»), poiché era martedì (giorno dedicato a Marte) ed erano le ore 5:30 pm (della sera) che è l’ora di Venere (cf. p. 12).

R.E. Pike osserva al riguardo: «Mars and Venus are the two planets nearest to the Earth and in both Greek and Roman mythology these two mythological figures, the God of War and the Goddess of Love always signified a powerful relationship.  Powerful forces therefore were infused into this Society at the moment of its inception, forces which have remained with it and continued to reinforce the minds of its members for the last 66 years, and which I trust will continue to do so for many years to come» (pp. 12-13).

3.5.2. Alle origini della MSS: finanza, nobiltà, erudizione, occultismo inglese…

R.E. Pike scrive che il primo Presidente della MSS è stato Sir Richard Vassar-Smith (1843-1922), un finanziere: Presidente («chairman») della “Lloyds Bank” tra il 1909 e il 1922 (quando la “Lloyds” era la più grande banca («the largest») in Inghilterra), Presidente del «Committee of London Clearing Bankers» e della «Central Association of Bankers». Diventa baronetto nel 1917 per servizi resi durante la guerra. Dal 1888 al 1915 è Deputy Provincial Grand Master del Gloucestershire (UGLE). Sir Vassar-Smith è anche 33° grado dell’Ancient & Accepted Rite.  Non dura a lungo come Presidente della MSS; muore l’anno seguente, il 2 agosto 1922 a 79 anni di età.   R.E. Pike osserva che sin dagli inizi la MSS sembra avere un legame («a close affinity») con la “Lloyds Bank”: quando R.E. Pike entra nella MSS negli anni ’50, ci sono alcuni membri della MSS che lavorano nella Lloyds Bank, e persino l’allora Editore dei “Transactions of the Masonic Study Society” è un pensionato («a retired member») della “Lloyds Bank” (cf. p. 13).

Poi R.E. Pike osserva che sin dalle origini la MSS è legata anche al mondo della nobiltà («nobility»): oltre al Presidente, Sir Richard Vassar-Smith, è baronetto anche il primo Vice-Presidente della MSS, Sir John Cockburn. Inoltre, membro del Consiglio della MSS è Lord Ravensworth. La MSS aveva un Senato di 18 membri («a Senate of 18 members») che includeva nomi come il baronetto Sir Frederick Pollard (cf. p. 13).

R.E. Pike scrive che anche l’erudizione ha la sua parte nelle origini della MSS., infatti il primo Segretario Generale della MSS è John Sebastian Marlow Ward (1885-1949) e R.E. Pike, di fatto, lo elogia come scrittore di libri sulla Massoneria e sul simbolismo: «The first Secretary-General was J. S. M. Ward, the author of many books on Freemasonry as well as many works on symbolism which as I am sure you know was his speciality» (p. 13).

Apro una parentesi: secondo J.S.M. Ward 18°, il Serpente della Genesi non è il Nemico dell’uomo, ma è il suo più grande amico, è la Sapienza di Dio… (cf. J.S.M. Ward, Freemasonry and the Ancient Gods, With an Introduction by the Hon. Sir John A. Cockburn, Simpkin, Marshall, Hamilton, Kent & Co. Ltd,  London 1921, pp. 63-64).

Torniamo al testo di R.E. Pike il quale osserva che il primo Vice-Presidente Aggiunto («Deputy Vice-President») della MSS è Arthur Edward Waite, anche lui, come J.S.M. Ward, scrittore di libri sulla Massoneria (cf. p. 13). Secondo R.E. Pike, anche Waite può aver esercitato un certo influsso sulla MSS dei primi anni:«Waite was a prodigious author and his books are too numerous to mention, but perhaps it was his training that made him the man he was and which may well have had an effect on this Society during its formative years» (p. 13).

3.5.3. MSS & Golden Dawn: A.E. Waite, R.A.L. Harland…

R.E. Pike osserva che forse la parte più interessante della vita di A.E. Waite è la sua appartenenza alla Golden Dawn: «Perhaps the part of his life that interests us most however is his membership of the Hermetic Order of the Golden Dawn because this occult society of the late 19th and early 20th centuries impinges on the M.S.S. on more than one occasion» (p. 13).

A questo punto R.E. Pike dedica un paragrafo alla «Golden Dawn» di cui indico solo alcuni dati.  I tre Capi della Golden Dawn furono: il Dr. Woodman (medico), il Dr. Wynn Westcott (medico legale) e MacGregor Mathers, un noto occultista e traduttore in lingua inglese di antichi manoscritti di magia cerimoniale (cf. pp. 13-14).

Poiché Woodman, Westcott e MacGregor Mathers erano massoni, cabalisti e membri della SRIA, R.E. Pike è convinto che dev’esserci un legame tra la Massoneria e la Golden Dawn: «The fact that these three Freemasons were also excellent Kabbalists and members of the SRIA makes me personally think that there must have been a link between Freemasonry and the Golden Dawn» (p. 14).

I gradi della Golden Dawn sono collegati alle «Sephiroth»  dell’Albero Cabalistico («the Kabbalistic Tree of Life»: p. 14).

Arthur Edward Waite, molto prima di essere Vice-Presidente Aggiunto della MSS, è un membro prominente («a prominent member») della Golden Dawn (cf. p. 14).

R.E. Pike vuol ricordare un’altra guida importante della MSS («another guiding light of M.S.S.»), che è stato Vice-Presidente della MSS per molti anni fino alla morte: W.Bro. R. A. L. Harland (cf. p. 14). Da altra fonte massonica ho trovato il nome completo di Bro. Harland: Reginald Alfred Ludlow Harland.

R.E. Pike rivela una notizia importante circa W.Bro. Harland. Una sera, R.E. Pike sta parlando di occultismo («occultism») con W.Bro. R.A.L. Harland, e questi gli confida di essere stato in gioventù membro della Golden Dawn («as a young man he himself had been trained within the Golden Dawn»: p. 15).  R.E. Pike non precisa quando, e di quale “Golden Dawn”, Harland ha fatto parte.  R.E. Pike è convinto che l’appartenenza alla Golden Dawn abbia permesso a Bro. Harland di illustrare con facilità il significato profondo delle cerimonie massoniche («I then realised how it was that he was to explain with so much ease the deeper meaning behind so many of our ceremonies»: p. 15).

Poi R.E. Pike osserva che nel primo quarto del XX secolo, mentre da un lato il potere della Golden Dawn è lentamente scemato, dall’altro invece è sorta e cresciuta la MSS, che oggi ha membri in tutto il mondo:

«Back to the Golden Dawn however. It is interesting to note that as through the first quarter of the 20th century the power of the Golden Dawn slowly wained, so this Society was formed and grew from strength to strength until it now has members all over the world» (p. 15).

3.5.4.  Il significato esoterico e mistico dei gradi massonici…

Nel paragrafo «Objects of the M.S.S.», R.E. Pike scrive tra l’altro: «The Society will devote special attention to the symbolic and mystical meaning of the various degrees and will build up an adequate library and Museum» (p. 15).

In effetti, nell’Holy Royal Arch («H.R.A.») il candidato (già Maestro Massone) riceve una Lezione Mistica («mystical lecture») che forse è la più lunga Lezione («lecture») nella Massoneria britannica. R.E. Pike afferma che la parola “mistica” («mystical») vuol dire: “occulto”, “metafisico”, o, più propriamente, ciò che ha un significato divino o sacro e perciò sorpassa la comprensione umana (cf. p. 17). Ciò rimanda alla definizione di Massoneria del Rituale massonico: “un sistema di moralità velato in allegoria e illustrato da simboli”, in quanto supera la comprensione umana. Compito della MSS è innalzare il livello di conoscenza all’interno della Massoneria (cf. pp. 17-18).  

Circa l’aspetto esoterico e mistico della Massoneria regolare inglese, rimando agli scritti di Bro. Walter Leslie Wilmshurst (qui: https://www.ilregnodimaria.it/2la-esoteric-school-gnosi-nella-massoneria-inglese-ugle-e-w-bro-walter-leslie-wilmshurst-1867-1939/ ; e qui: https://www.ilregnodimaria.it/1ancora-sulla-gnosi-di-w-bro-w-l-wilmshurst-ugle-alchimia-ermetismo-angeli-massoneria-craft-royal-arch/).

Torniamo al testo di R.E. Pike il quale ritiene che la MSS abbia un compito importante nella Massoneria: «I believe that this Society is destined to play an important and vital part within Freemasonry» (p. 19).

3.5.5. Ancora su W.Bro. R.A.L. Harland (31°) e l’Esoterismo nella Massoneria

Al 383° Meeting della “Masonic Study Society”, mercoledì 16 novembre 2011 a Londra, il Presidente emerito W.Bro. R.E. Pike presenta la relazione “The Mystical Quest in Freemasonry” tenuta da W.Bro. R.A.L. Harland negli Anni Trenta («in the 1930s»), prima della seconda guerra mondiale. Mi interessano alcuni punti dell’introduzione di R.E. Pike, intitolata “Above and below”, in cui riferisce notizie della vita di Harland, del quale egli è stato discepolo per molti anni.

R.E. Pike elogia Harland definendolo un maestro nella conoscenza degli aspetti esoterici e mistici della Massoneria: «an accomplished Freemason and a master orator who could explain every aspect of the esoteric and mystical aspects of Freemasonry» [W.Bro. R.E. Pike, Above and below, in Transactions of the Masonic Study Society, Volume LXXXIII – 2011, Editor W.Bro. A.R. Baker (Bristol), Printed by Minuteman Press, Bristol, p. 86 (85-89)].

Poco oltre, R.E. Pike ribadisce la confidenza che Harland gli ha fatto sulla sua appartenenza alla Golden Dawn: «I had many discussions with him and on one occasion I asked him how he came by such eloquence and depth of knowledge. He told me that he had originally trained in the Hermetic Order of the Golden Dawn but that it had been decided that his talents lay in speaking in the Outer Court to those who were still seeking the “Way”, and his function and destiny therefore was to assist their progress by pointing them in the right direction» (p. 86).

R.E. Pike precisa che Harland è stato Presidente del Dormer Masonic Study Circle dal 1939 al 1965 e anche Vice-Presidente della MSS (cf. p. 86, testo e nota 1)

Verso la conclusione della sua introduzione, R.E. Pike afferma che i segreti della Massoneria non sono soltanto i segni di riconoscimento e le tecniche di costruzione dell’antica Muratoria operativa, bensì comprendono anche le dottrine di antichi mistici e occultisti («mystics and occultists») e riguardano l’Unione con Dio («a mystical aspect leading to the ultimate – Union with God»). In ciò, R.E. Pike si richiama all’autorità di W.Bro. Harland (cf. p. 89).

Ho scoperto che secondo l’annuario del 1945 del Supreme Council 33° A.&A.R. for England & Wales, Reginald Alfred Ludlow Harland («Harland, Reginald Alfred Ludlow») è membro (18° grado) del “Palestine Chapter, No. 29” (cf. Supreme Council 33° of the Ancient and Accepted Rite for England, Wales, the Dominions and Dependencies of the British Crown, Rules and Regulations… Together with a list of subscribing members – 1945, London, p. 170, p. 514).

Il “Palestine  Chapter” dell’A&AR è stato fondato a Londra nel 1870. Tra i primi Ufficiali di quel Capitolo Rosa-Croce c’era Robert Wentworth Little, all’epoca 18° grado (cf. Ancient & Accepted Rite. Consecration of the Palestine Chapter Rose Croix of H.R.D.M., in The Freemason, December 10, 1870, p. 646). Pochi anni prima, Little aveva fondato la SRIA.  

Ho scoperto anche che, come risulta dall’annuario del 1963 del Supreme Council 33°,nel 1962 «Harland, Reginald Alfred Hudlow, 31» è avanzato al 31° grado, G.I.I.C., “Grand Inspector Inquistor Commander” (cf. Supreme Council 33° of the Ancient and Accepted Rite for England, Wales, the Dominions and Dependencies of the British Crown, Rules and Regulations… Together with a list of subscribing members – 1963, London, p. 122, p. 907).

W.Bro. R.A.L. Harland, Vice-Presidente della MSS e contemporaneamente anche Presidente del “Dormer Masonic Study Circle”, muore nel 1967 (cf. W.Bro. R.E. Pike, The President’s Paper, in Transactions of the Masonic Study Society, Volume LXXI, 1999, London, p. 31).

Al momento non so se prima di morire (1967), W.Bro. Harland abbia ricevuto anche il 32° grado di “Sublime Prince of the Royal Secret”.

3.5.6. Ricapitolando: Maestri Massoni UGLE tra GD, SRIA, A&AR, MSS, DMSC…

–  Wilmshurst, Waite, Harland: tutti e tre Maestri Massoni della UGLE, membri della Golden Dawn (GD), membri della “Masonic Study Society”…;

– Waite, membro della SRIA, come i 3 fondatori della Golden Dawn. Anche J.S.M. Ward e Sir John Cockburn sono stati membri della SRIA…

– Wilmshurst e Harland: Golden Dawn, alti dirigenti del “Dormer Masonic Study Circle” e della “Masonic Study Society”;

–  Westcott 30°, Waite 30° e Harland 31°, membri dell’Ancient & Accepted Rite (A&AR) e della Golden Dawn.   Wilmshurst fu anche 18° grado A&AR ?

– Sir Richard Vassar-Smith 33°, Sir John Cockburn 30°, J.S.M. Ward 18°:  membri A&AR, MSS…

Padre Paolo M. Siano

Leggi la quinta parte dell’articolo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.