Infine, Il Mio Cuore Immacolato Trionferà!

4Dove porterà la Chiesa il prossimo Sinodo sulla sinodalità?

Dove porterà la Chiesa il prossimo Sinodo sulla sinodalità?
Dove porterà la Chiesa il prossimo Sinodo sulla sinodalità?

Papa Francesco ha convocato un Sinodo sulla sinodalità, che si riunirà a Roma il prossimo ottobre. Molti cattolici preoccupati si sono chiesti cosa sia la sinodalità e dove porterà la Chiesa.

Il seguente articolo tratto dal libro recentemente pubblicato Il processo sinodale è un vaso di Pandora  si sforza di rispondere a questa domanda chiave.

Il 24 aprile 2021, Papa Francesco ha annunciato ufficialmente il programma del Sinodo sulla sinodalità di quest’anno in un discorso ai fedeli di Roma.

Ha scelto il tema: “Per una Chiesa sinodale: comunione, partecipazione e missione”. Secondo il papa si tratta di «camminare insieme: laici, pastori, vescovo di Roma .” La difficoltà più grande da superare «è il clericalismo che separa preti e vescovi dalla gente» perché «c’è una certa resistenza ad andare oltre l’immagine di una Chiesa rigidamente divisa in leader e seguaci, coloro che insegnano e coloro che ricevono insegnamenti; dimentichiamo che Dio ama ribaltare le cose: come dice Maria, «ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli umili» (Lc 1,52). Il viaggio insieme tende ad essere più orizzontale che verticale”.

Prendi il libro adesso! Il processo sinodale è un vaso di Pandora è ora disponibile per $ 10,95.
Clicca qui per ottenere subito la tua copia
, in italiano Qui

Il prossimo Sinodo, quindi, non tratterà un tema pastorale specifico, come solitamente avviene in queste assemblee, ma la struttura stessa della Chiesa. Per questo motivo è conosciuto anche come Sinodo sulla sinodalità.

Definire la sinodalità

Secondo la Commissione Teologica Internazionale, il sostantivo sinodalità è stato coniato di recente e costituisce una “lingua nuova” che non compare nei documenti del Concilio Vaticano II né nel Codice di Diritto Canonico. Nel contesto di un nuovo modello di Chiesa, secondo la Commissione, «la sinodalità è il modus vivendi et operandi specifico della Chiesa, Popolo di Dio, che rivela e sostanzia il suo essere comunione quando tutti i suoi membri camminano insieme , riunirsi in assemblea e partecipare attivamente alla sua missione evangelizzatrice”.

Secondo Papa Francesco «la sinodalità è espressione della natura della Chiesa, della sua forma, stile e missione». E così la sinodalità è «un elemento costitutivo della Chiesa».

La sinodalità cerca una maggiore partecipazione dei laici

I promotori del Sinodo sostengono che sarebbe opportuno che la sinodalità aumentasse la partecipazione e la corresponsabilità di tutti i fedeli nella vita della Chiesa. Come afferma il Vademecum per il Sinodo sulla Sinodalità preparato dalla Segreteria del Sinodo: «Il cammino della sinodalità cerca di prendere decisioni pastorali che riflettano il più fedelmente possibile la volontà di Dio, radicandole nella voce viva del Popolo di Dio… Nell’articolare la voce del Popolo di Dio che esprime la realtà della fede a partire dall’esperienza vissuta”. «La sinodalità invita i pastori ad ascoltare con attenzione il gregge affidato alle loro cure».

Gli effetti della sinodalità sulla vita della Chiesa?

Questo ascolto di tutta la comunità implica riformulare l’autorità nella Chiesa. Secondo Papa Francesco bisogna invertire la struttura piramidale della Chiesa: «In questa Chiesa, come in una piramide rovesciata, il vertice si trova sotto la base».

Prendi il libro adesso! Il processo sinodale è un vaso di Pandora è ora disponibile per $ 10,95.
Clicca qui per ottenere subito la tua copia
, in italiano Qui

Lo dice il cardinale Mario Grech, segretario generale del Sinodo dei vescovi, papa Francesco

“ha fornito un modello vivace e stimolante dell’immagine della “piramide rovesciata” dell’autorità gerarchica… Come osserva giustamente Amanda C. Osheim: “concepire l’autorità gerarchica come una piramide rovesciata inverte una vecchia concezione piramidale della chiesa, un rivolo -economia ecclesiale verso il basso in cui lo Spirito Santo è stato donato prima al papa e ai vescovi, poi al clero e ai religiosi, e infine ai fedeli…Questa piramide divideva effettivamente la Chiesa in Chiesa docente (ecclesia docens) e Chiesa discente (ecclesia discens). Invertendo la piramide, l’analogia di Francesco riformula l’autorità come dipendente dall’accoglienza – dall’ascolto e dall’apprendimento dagli altri – all’interno della chiesa”.

Una tale riformulazione democratica dell’autorità nella Chiesa consentirebbe di “superare il flagello del clericalismo” poiché, presumibilmente, “siamo tutti interdipendenti gli uni dagli altri e condividiamo tutti un’eguale dignità in mezzo al popolo santo di Dio .

Tuttavia, è evidente che la vera piaga arriva sotto forma della sinodalità, che cerca di distruggere la struttura gerarchica della Chiesa stabilita da Nostro Signore duemila anni fa.

Credito fotografico: © Nikolay N. Antonov – stock.adobe.com

José Antonio Ureta e Julio Loredo de Izcue 29 settembre 2023

Articoli correlati

Papa Francesco e il “conflitto globale” nel 2024

Perché così tante chiese cattoliche canadesi stanno bruciando?

Perché le persone ignorano la Jihad al rallentatore che infuria in Francia?

Intervista:Il documento conclusivo del Sinodo contiene un ” progetto ” per una nuova Chiesa?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.