Infine, Il Mio Cuore Immacolato Trionferà!

4Cosa vorrei vedere nella consacrazione dei vescovi alla Madonna il 1° maggio

Cosa vorrei vedere nella consacrazione dei vescovi alla Madonna il 1° maggio
Cosa vorrei vedere nella consacrazione dei vescovi alla Madonna il 1° maggio

Quando si tratta della Madonna, non c’è iniziativa che non sosterrei per avvicinare la nazione alla Madonna, soprattutto nel momento del bisogno.

Così, ho provato un primo moto di gioia quando ho sentito che l’ arcivescovo José H. Gómez di Los Angeles ha annunciato che i vescovi statunitensi si uniranno alla Conferenza canadese dei vescovi cattolici il 1° maggio per consacrare i due paesi alla Madonna con il titolo “Maria, Madre della Chiesa”.

Di fronte alla crisi del coronavirus, abbiamo certamente bisogno dell’aiuto della Madonna. Consacrandoci a Lei, ci mettiamo sotto la sua cura e quella del suo Divin Figlio. Siamo trattati come se appartenessimo a loro.

Una consacrazione necessaria

Tuttavia, tale consacrazione presuppone alcune condizioni. Dopo aver letto ulteriormente la notizia sulla consacrazione, ho sentito che mancava qualcosa. C’è così tanto che dovremmo chiedere per affrontare meglio i problemi più profondi che affliggono l’America.

Dieci motivi per cui il “matrimonio” omosessuale è dannoso e dovrebbe essere deprecato

Questa consacrazione dovrebbe essere diversa da altri atti simili. Infatti, l’annuncio improvviso ha affermato che la nuova consacrazione riaffermerà quelle precedenti fatte dai vescovi, consacrando gli Stati Uniti a Maria. Nel 1792, il primo prelato americano, il vescovo John Carroll, consacrò la nazione a Maria sotto il titolo dell’Immacolata Concezione. Consacrazioni simili hanno avuto luogo nel 1846, 1959 e 2006.

Il tono di questa consacrazione e delle altre è notevolmente di ricerca di favori. L’arcivescovo Gómez ha annunciato questa riconsacrazione come un mezzo per chiedere “la continua protezione della Madonna per i vulnerabili, la guarigione dei malati e la saggezza per coloro che lavorano per curare questo terribile virus”.

Afferma inoltre che “Quest’anno cerchiamo l’aiuto della Madonna ancora più seriamente mentre affrontiamo insieme gli effetti della pandemia globale”.

Non c’è niente di sbagliato nel chiedere l’aiuto della Madonna. Beneficeremo sempre della sua generosità. Tuttavia, il triste stato morale della nazione dovrebbe invitarci a riflettere su come siamo arrivati ​​​​dove siamo. La consacrazione non può essere solo una formula per ottenere benefici come se fossero dei diritti senza alcun impegno da parte nostra.

Riconoscimento dei nostri peccati

Ci sono tre cose che vorrei vedere in una consacrazione dell’America alla Madonna. Purtroppo non credo che verranno menzionati durante la cerimonia. Sono troppo contrari ai tempi.

Il primo argomento è il riconoscimento dei nostri peccati. Vorrei vedere la parola peccato incorporata nella consacrazione, perché siamo una nazione peccatrice. Dovremmo menzionare i peccati dell’aborto procurato , del “matrimonio” tra persone dello stesso sesso, delle Drag Queen Story Hours per bambini , dell’uso di droghe e di altri mali simili che stanno dilaniando il nostro Paese.

Legge eterna e naturale: il fondamento della morale e del diritto

Dobbiamo riconoscere i nostri peccati e il modo in cui ci separano da Dio e dagli altri. Dovremmo chiedere di essere convinti della gravità dei nostri peccati e rifiutare la nostra cultura che ignora Dio e glorifica tutto ciò che è sensuale, secolare e materiale.

Il fondamento di una vera consacrazione a Maria deve implicare la fiducia tra le due parti. In questo caso dobbiamo riconoscere le nostre iniquità e presentarci come peccatori che vogliono abbandonare il loro peccato. Possiamo allora avvicinarci a Lei, che è immacolata e senza macchia. Non possiamo aspettarci che la Madonna ci metta sotto il suo manto se offendiamo costantemente Dio.

Chiedere perdono

Il secondo elemento è una conseguenza del primo. La consacrazione dovrebbe includere la menzione del perdono tanto necessario. Dobbiamo chiedere perdono. Questo perdono deve essere per i nostri peccati personali, per i peccati collettivi della nazione (come l’aborto procurato) e per quelli della Chiesa.

Dovrebbe esserci una nota umile e contrita in questa riconsacrazione. È un sentimento naturale che deriva dalla realizzazione del dolore che abbiamo causato a qualcuno che amiamo.

Anche se possiamo rifiutarci di ammetterlo, i nostri peccati gravano pesantemente sulla nostra coscienza. Chiedere perdono mostrerebbe la nostra sincerità e il nostro amore per Dio. Assicura la pace al peccatore. Chiediamo perdono affinché le conseguenze dei nostri peccati non ci travolgano. Chiediamo perdono per la nostra offesa contro Dio per evitare le Sue giuste punizioni.

Quindi, prima di consacrarci alla Madonna, dovremmo chiederle perdono come messaggio per comunicarle che siamo sinceri nel nostro desiderio di appartenere a lei e al suo Divin Figlio. In questo modo, come il Figliol Prodigo, pieno di dolore e di rimorso per aver abbandonato la casa del Padre, saremo certi di una calorosa accoglienza.

Scopri tutto sulle profezie di Nostra Signora del Buon Successo sui nostri tempi

Modifica della vita

L’ultimo elemento che darebbe senso ad una consacrazione dell’America sarebbe l’esplicita menzione del desiderio di modificare la nostra vita. È una conseguenza naturale dei primi due.

Alla luce della crisi del coronavirus, dovremmo manifestare il desiderio che qualsiasi ritorno alla “normalità” non sia un ritorno alle nostre vie peccaminose. Purificati dalle nostre sofferenze attuali, dobbiamo promettere un vero emendamento della nostra vita. Dobbiamo rinunciare ai peccati che dominano la nostra cultura e tendere verso una società che piaccia alla Madonna.

In questo modo, la consacrazione non sarà solo una richiesta di salute fisica, ma la piattaforma per una tanto necessaria rigenerazione spirituale della nazione.

Un messaggio inascoltato

Naturalmente penso che ci siano poche possibilità che queste tre cose siano incluse nella consacrazione. Non è perché penso che i vescovi non mi ascolteranno, o che le mie tre cose siano così importanti.

Il motivo di così poca speranza è che il mondo cattolico non ha ascoltato la Madonna. Le tre misure che ho delineato sono semplicemente quelle richieste dalla Madonna a Fatima nel 1917. Oggi vediamo le conseguenze dell’ignorare i suoi avvertimenti. Stiamo assistendo all’adempimento delle sue profezie.

La consacrazione del 1° maggio sarà un’altra occasione mancata per rispondere alla richiesta della Madonna.

La consacrazione ideale

Possiamo solo sognare quella consacrazione ideale di vescovi e fedeli cattolici riuniti insieme, riconoscendo i loro peccati, chiedendo perdono e promettendo emendamento. Allora la consacrazione sarebbe davvero storica. Trasformerebbe la nazione.

La scienza conferma: gli angeli portarono la casa della Madonna di Nazareth a Loreto

Questa ideale consacrazione di maggio verrebbe effettuata nelle chiese riaperte dove i Sacramenti verranno nuovamente amministrati ai fedeli. L’evento avrebbe inaugurato una rinnovata devozione a Maria in tutto il Paese, esprimendosi attraverso decine di migliaia di incoronazioni di maggio nelle chiese e nelle scuole, onorandola e coprendo i suoi altari di fiori.

Una tale effusione di fede e devozione non mancherebbe di commuovere il cuore di una madre. La Madonna dal cielo sorriderebbe sicuramente all’America.

Come visto su LifeSiteNews.

Giovanni Horvat II 29 aprile 2020

Articoli correlati

Possono i vescovi americani dire no ai politici pro-aborto?

Vuoi conoscere la Madonna? San Luigi di Montfort ti invita a incontrarla

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.