Infine, Il Mio Cuore Immacolato Trionferà!

3Sub Tuum Praesidium

Sub Tuum Praesidium
Sub Tuum Praesidium Confugimus, Sancta Dei Genitrix

” Sub Tuum Praesidium ” (latino per “Sotto la tua protezione”; greco: Ὑπὸ τὴν σὴν εὐσπλαγχνίαν) è il più antico inno esistente mai scoperto alla Theotokos (Madre di Dio).

Il primo testo scoperto finora di questo inno è stato scritto in greco su papiro egiziano e risale al 250 d.C. circa. È tuttora utilizzato nei riti romano, bizantino, ambrosiano e domenicano. È anche comunemente usato dai Salesiani in onore di Maria Ausiliatrice, dai Gesuiti durante i loro esercizi di pietà, e dai Fratelli Maristi nell’educazione dei giovani cattolici. È anche molto apprezzato dai membri della TFP.
 

La traduzione latina, probabilmente derivata dal greco, risale all’XI secolo:

Testo latino

Sub tuum praesidium confugimus, Sancta Dei Genitrix.
Nostras deprecationes ne despicias in necessitatibus nostris,
sed a periculis cunctis libera nos semper,
Virgo gloriosa et benedicta.

E-Book GRATUITO, Un mistico spagnolo a Quito: Sor Mariana de Jesus Torres

E-Book GRATUITO: Un mistico spagnolo a Quito

Traduzione italiano

Sotto la tua protezione cerchiamo rifugio, o Santa Madre di Dio;
Nelle nostre necessità, non disprezzare le nostre suppliche,
ma liberaci sempre da tutti i pericoli,
o Vergine gloriosa e benedetta.

Degno di nota è anche che questa preghiera è rimasta costantemente legata alla fine delle preghiere della sera, come si può vedere nelle liturgie romana e bizantina. Le antifone cantate di questa preghiera sono legate alla fine della giornata (Compieta) e più precisamente al canto del Cantico di Simeone. Dall’abbandono fiducioso nelle mani della Divina Provvidenza che proclama il Cantico di Simeone (Nunc dimittis servum tuum, Domine – Ora congedi il tuo servo, o Signore), la pietà dei fedeli ha aggiunto lo stesso fiducioso abbandono alla protezione del nostra Madre Celeste.

Grande storia: come la Madonna è intervenuta nell’assedio di Czestochowa

TFP.org 30 agosto 2011

Articoli correlati

Come sviluppare una viva devozione alla Beata Madre

Perché la Madonna spesso ritarda a concedere grandi grazie alle anime che più ama

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.