Infine, Il Mio Cuore Immacolato Trionferà!

3Nostra Signora di Guadalupe, Spagna

Nostra Signora di Guadalupe, Spagna
La statua miracolosa della Madonna di Guadalupe,
scolpita da San Luca evangelista e donata da
Papa San Gregorio Magno a San Leandro,
vescovo di Siviglia, Spagna.

Questa statua di Nostra Signora di Guadalupe nella regione dell’Estremadura, nella Spagna occidentale, non deve essere confusa con la Tilma di Nostra Signora di Guadalupe a Tepeyac, in Messico. La statua di Nostra Signora di Guadalupe, scolpita da San Luca evangelista, fu donata a San Leandro, vescovo di Siviglia, da Papa San Gregorio I in segno di gratitudine a San Leandro per aver convertito il re visigoto, San Hermengild e Recared.

Nell’anno 714, meno di 150 anni dopo che papa San Gregorio aveva donato la statua a San Leandro, Siviglia cadde in mano ai Mori. L’immagine fu portata dai sacerdoti, che fuggivano dagli eserciti moreschi, nella regione lungo il fiume Guadalupejo (ora Guadalupe) in Estremadura. I sacerdoti fuggiti al nord con la statua la seppellirono sulle colline vicino al fiume Guadalupe per impedire ai Mori di scoprirla. La Statua era così ben nascosta che infatti i Mori non la trovarono mai; poi ancora, nemmeno i cattolici.

All’inizio del XIV secolo, un pastore di nome Gil Cordero iniziò a riferire di apparizioni della Madonna nel suo campo vicino all’attuale città di Cáceres. La Madonna ordinò a Gil Cordero di avvalersi dell’aiuto dei sacerdoti per scavare nel luogo in cui gli era apparsa. I sacerdoti presto dissotterrarono la statua insieme a tutti i documenti e trovarono la Madonna di Guadalupe in perfette condizioni.

Alfonso XI, re di Castiglia e León, divenne uno dei primi pellegrini regolari a Guadalupe. Il re Alfonso XI voleva ampliare la cappella di Guadalupe trasformandola in chiesa e monastero, ma morì nel 1350, quindi fu completata da Juan I di Castiglia. Il re Juan I affidò il santuario ai Geronimiti, Ordine di San Girolamo. Il Monastero mantenne il suo patronato reale fino al 1835, quando le proprietà della Chiesa furono confiscate e gli ordini religiosi furono dispersi in Spagna durante la Prima Guerra Carlista.

Tra i tanti personaggi degni di nota che visitarono il Monastero di Nostra Signora di Guadalupe, vi furono la regina Isabella I, il re Ferdinando II e Cristoforo Colombo. Nel 1486, durante un pellegrinaggio della Settimana Santa a questo santuario, Colombo incontrò i rappresentanti della corte dei monarchi cattolici per negoziare la sponsorizzazione reale dei suoi viaggi in India. Dopo aver raggiunto l’America nel 1492, Colombo tornò al Monastero di Nostra Signora di Guadalupe per rendere grazie a Dio, attraverso l’intercessione della Vergine di Guadalupe, che gli aveva concesso un viaggio sicuro.

Il Santuario di Guadalupe è uno straordinario complesso formato da cinque strutture principali: il chiostro mudéjar, il chiostro gotico, il portale plateresco, l’edificio della chiesa stesso, che risale al 1730 e fu progettato da uno dei discendenti di Cristoforo Colombo, e un dipinto e museo di scultura che ospita opere di molti dei migliori artisti spagnoli.

Nel 1907, la Vergine di Guadalupe fu incoronata canonicamente e dichiarata Patrona dell’Estremadura. Nel 1928 il patrocinio della Madonna si estese a tutto il mondo di lingua spagnola. Nel 1955, Papa Pio XII dichiarò il Santuario di Nostra Signora di Guadalupe basilica papale minore.

Richard Segerstrom 30 dicembre 2011

Articoli correlati

Un sondaggio rileva che ci vuole fede per credere nel cambiamento climatico

Il vescovo Dupanloup sfrutta la sua nomina all’Accademia di Francia per complottare nuovamente contro gli Ultramontani

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.