Infine, Il Mio Cuore Immacolato Trionferà!

3Intervista: Il documento conclusivo del Sinodo contiene un “progetto” per una nuova Chiesa?

Intervista: Il documento conclusivo del Sinodo contiene un "progetto" per una nuova Chiesa?
Intervista: Il documento conclusivo del Sinodo contiene un “progetto” per una nuova Chiesa?

Julio Loredo de Izcue, membro della TFP e coautore del libro intitolato Il processo sinodale è un vaso di Pandora, valuta il Rapporto di sintesi post-sinodale in un’intervista al corrispondente da Roma di LifeSiteNews Michael Haynes. (Una  copia online  e  scaricabile  del libro può essere trovata nei collegamenti forniti, mentre le copie stampate possono essere ordinate  qui ( in inglese ), in italiano qui)

Il sito web della TFP lo pubblica con il permesso. ( https://www.lifesitenews.com/analysis/exclusive-synod-document-contains-blueprint-for-a-new-church-theologian-warns/ )

* * *

LifeSite:  Nelle prime righe del libro di cui sei coautore con José Antonio Ureta, hai menzionato come il Sinodo sulla sinodalità fosse parte di “un piano in atto per riformare Santa Madre Chiesa che, portato alle sue conseguenze finali, potrebbe sovvertire le sue stesse fondamenta”.

Sig. Julio Loredo:  La crisi all’interno della Chiesa non è affatto recente, né è solo una conseguenza del Concilio Vaticano II. Le sue radici si estendono più indietro. In campo teologico, possiamo rintracciare le sue origini prossime dal cattolicesimo liberale, attraverso il Modernismo e la Nouvelle Théologie , fino agli errori attuali. Nel campo sociale, possiamo rintracciare le sue origini dal cattolicesimo sociale di sinistra, attraverso il socialismo “cristiano” e la teologia della liberazione, fino alle attuali tendenze progressiste. Parliamo quindi di un processo secolare.

Prendi il libro adesso! Il processo sinodale è un vaso di Pandora è ora disponibile per $ 10,95.
Clicca qui per ottenere subito la tua copia
, in italiano Qui

Al centro di questo processo, che ne costituisce il motore, ci sono strutture ben organizzate, non tutte allo scoperto. Questo intendeva San Pio X quando, condannando il Modernismo, parlava di “clandestinum foedus”  (lega clandestina). O cosa, denunciando  la Nouvelle Théologie , Pio XII intendeva con “un’azione segreta”. Questo processo è composto da movimenti vari e non sempre perfettamente concordanti. Tuttavia, puntano tutti nella stessa direzione: la distruzione della Santa Madre Chiesa nella sua struttura, dottrina e prassi. Naturalmente questa distruzione è utopica poiché la Chiesa è immortale.

Fin dall’inizio della sua vita pubblica nel 1928, Plinio Corrêa de Oliveira seguì da vicino lo sviluppo di questa crisi. Nel 1943 pubblicò il suo libro rivoluzionario  In difesa dell’Azione Cattolica, denunciando la sua infiltrazione nel laicato cattolico. Nel 1969 scrisse il saggio “Verso una nuova Chiesa”, denunciando il complotto portato avanti dai cosiddetti “gruppi profetici” per smantellare la Chiesa  Nel 1976 scrisse  Indian Tribalism , criticando la “teologia indiana”, oggi prevalente in America Latina e proposta anche da Papa Francesco. Oggi questo sforzo è portato avanti dai suoi discepoli.

Il Sinodo sulla sinodalità assume, aggrava e porta avanti queste tendenze distruttive. Non si tratta di un evento isolato ma piuttosto di un passo cruciale del processo rivoluzionario che ho appena delineato.

LifeSite:  Con la pubblicazione del rapporto di sintesi della riunione sinodale dell’ottobre 2023, qual è la tua risposta a questo documento e al Sinodo, data la tua precedente descrizione del Sinodo alcune settimane fa?

Sig. Julio Loredo: Come ho scritto in un recente articolo, il  Rapporto di sintesi  contiene il progetto di una nuova Chiesa: la cosiddetta Chiesa “pneumatica” o “carismatica”, che ha poca somiglianza con quella fondata da Nostro Signore Gesù Cristo . Cosa dovremmo fare?

Di fronte a una prospettiva così terribile, molti cattolici si sentono smarriti, scoraggiati, perplessi, e non tutti reagiscono in modo adeguato. Alcuni cedono alla tentazione del sedevacantismo. Altri cedono alla tentazione dell’apostasia. La maggior parte sprofonda nell’indifferenza, abbandonando la Chiesa al suo triste destino. Sono tutti palesemente sbagliati! Amicus certus in re incerta cernitur . Adesso è il momento in cui la Santa Madre Chiesa ha bisogno di figli amorevoli e intrepidi che la difendano dai nemici esterni ed interni.

Prendi il libro adesso! Il processo sinodale è un vaso di Pandora è ora disponibile per $ 10,95.
Clicca qui per ottenere subito la tua copia
, in italiano Qui

La prova del nostro tempo è una prova di fedeltà. Dobbiamo restare fedeli alla Chiesa di sempre. Dobbiamo mostrare una robustezza più grande della tempesta. È un vero martirio che la Divina Provvidenza ci chiede di subire. Quindi la mia risposta al  Rapporto di Sintesi  è coraggio e fedeltà.

LifeSite:  il Rapporto di sintesi ha evitato di fornire proposte dirette a favore dei diaconi femminili e delle questioni LGBT che i sostenitori delle ordinazioni LGBT e femminili speravano. Ma ha anche evitato di presentare l’insegnamento della Chiesa su questi temi. Invece, ha chiesto una maggiore discussione su questi argomenti. Questo sembra creare una confusione infinita, discutendo argomenti già risolti. Si tratta di una tattica a lungo termine per tentare gradualmente di rovesciare l’insegnamento della Chiesa e, in caso contrario, perché avere tali discussioni?

Sig. Julio Loredo:  I maghi dicono che è molto facile far sparire un elefante dal palco; è solo questione di far sì che tutti guardino dall’altra parte quando viene eseguito il trucco. Mentre molti guardavano alle questioni LGBT e all’ordinazione delle donne e si sentivano sollevati quando il Rapporto di sintesi  non ne faceva menzione, i promotori del Sinodo sono riusciti a introdurre un elefante, cioè la riforma della Chiesa. Che, tra l’altro, era in primo luogo l’obiettivo del Sinodo. Le questioni LGBT erano collaterali.

I portavoce del Sinodo ora dicono che questi problemi verranno come conseguenza. In primo luogo, devono attuare la riforma della Chiesa.

Hai ragione quando dici che questo crea confusione. Uno degli aspetti più sconcertanti del Sinodo sulla sinodalità è la sua volontà di riaprire questioni già definite dalla Chiesa, come l’ordinazione delle donne. Per la mentalità sinodale nulla è definito, chiuso o stabile. Tutto è in divenire.

Per questo si parla di “ processo sinodale ”. Questo non è un Sinodo. È un processo continuo in cui nulla può essere dato per scontato. Quando aprirai il vaso di Pandora, dove ti fermerai?

Prendi il libro adesso! Il processo sinodale è un vaso di Pandora è ora disponibile per $ 10,95.
Clicca qui per ottenere subito la tua copia
, in italiano Qui

Ma, come ho detto prima, non lasciamoci scossi o confusi. Siamo figli di una Chiesa vecchia di 2.000 anni. E, cosa ancora più importante, Nostro Signore Gesù Cristo ha una Chiesa che ha come Sua e che eviterà di cadere.

LifeSite:  Nel tuo libro (domanda 41), sottolinei l’appello del Sinodo per cambiamenti nelle strutture della Chiesa. Ciò diventa ancora più evidente con il Rapporto di sintesi , che ha elogiato lo stile di tavola rotonda e di “ascolto” del Sinodo. Cosa pensi ci sia dietro la spinta a rifiutare la gerarchia e a instaurare una sorta di finta democrazia?

Sig. Julio Loredo: In effetti, il  Rapporto di Sintesi  va oltre la democrazia. La democrazia implica che tutti siano uguali davanti alla legge e che, quindi, il governo debba rappresentare tutti i cittadini. Ciò avviene attraverso le elezioni, quando gli elettori scelgono le persone che governeranno il Paese. È una democrazia indiretta o rappresentativa. È, tuttavia, gerarchico.

La Chiesa “carismatica” proposta dal Sinodo parla piuttosto di un “Popolo di Dio”, tutto ugualmente animato dallo “Spirito”. Questa animazione non dovrebbe essere razionalizzata. Questa sarebbe “ideologia”. Piuttosto, deve essere “sentito”. Parlano così di “esperienza” e di “discernimento”.

Il “discernimento” dell’azione dello “Spirito” produrrebbe un consenso tra i fedeli, che mostrerebbe ciò che lo Spirito Santo “dice alle Chiese”. I parroci, i vescovi e lo stesso Papa sono ridotti a “facilitatori” delle energie che scorrono nel Popolo di Dio. Abbiamo quindi una sorta di governo magico o sciamanico, ed è forse per questo che, nell’Esortazione apostolica Laudate Deum, diffusa durante il Sinodo, Papa Francesco propone le tribù amazzoniche come modello per i cristiani, in linea con la “teologia indiana” I. menzionato prima.

LifeSite:  Nel libro hai anche evidenziato la spinta del Sinodo per nuovi “ministeri”. Lo chiede espressamente il Rapporto di sintesi , con la richiesta di “istituire un ministero” per le coppie sposate e l’appello “urgente” ad un governo femminile. Poi, in una delle tante interviste  rilasciate dopo il Sinodo, il cardinale Blase Cupich ha addirittura sostenuto che alcune donne prestano servizio “come pastori” in aree con pochi sacerdoti e che dobbiamo “riconoscere ufficialmente questo, piuttosto che vederlo come una sorta di eccezione.”

Sig. Julio Loredo:  Nella nuova ecclesiologia proposta dai promotori del Sinodo, lo “Spirito” anima ugualmente tutto il Popolo di Dio, senza fare distinzioni. Questa animazione ispira diversi “ministeri”, cioè funzioni o ruoli, secondo le capacità o le inclinazioni delle persone. Questi “ministeri” non dovrebbero essere interpretati come costituenti una gerarchia. Sono tutti al servizio della “comunità” e dovrebbero avere carattere “comunitario”.

D’altra parte, poiché i “ministeri” provengono tutti dallo stesso “Spirito”, non possono essere rifiutati o abbreviati in alcun modo a nessuno. Se accettiamo questa ecclesiologia, ad esempio, le donne non possono essere escluse da qualsiasi posizione nella Chiesa, sia essa governativa o sacramentale. In questa logica non possiamo rifiutare nessun sacramento, nemmeno l’Ordine sacro, alle donne.

Prendi il libro adesso! Il processo sinodale è un vaso di Pandora è ora disponibile per $ 10,95.
Clicca qui per ottenere subito la tua copia
, in italiano Qui

Naturalmente ciò non avverrà immediatamente. Hanno iniziato con le donne che facevano le letture liturgiche durante la Messa. Poi hanno proceduto permettendo alle donne di distribuire la Santa Comunione come ministri straordinari. Ora stanno avanzando con “donne pastore” nelle zone con pochi sacerdoti. In effetti, è un processo.

LifeSite : Sembra discutibile che ci sia chiaramente un tentativo di minare il sacerdozio e sostituirlo con una forma di ministero protestante aperto a tutti gli uomini e le donne. Quali sono i tuoi pensieri a riguardo?

Sig. Julio Loredo: La logica qui è quella dell’egualitarismo. La rivoluzione protestante fu un’esplosione di animus egualitario e libertario. Ciò produsse un’insurrezione contro l’autorità ecclesiastica, espressa in tutte le sette con la negazione del carattere monarchico della Chiesa universale, cioè con una rivolta contro il Papato. Alcune delle sette più radicali negavano anche quella che potrebbe essere definita l’alta aristocrazia della Chiesa, vale a dire i vescovi, i suoi principi. Altri addirittura negavano il carattere gerarchico del sacerdozio stesso riducendolo a una mera delegazione del popolo, lodato come unico vero detentore del potere sacerdotale.

Questo è esattamente ciò che accade oggi nella Chiesa cattolica. Con un’aggravante: mentre i protestanti, non avendo il sacramento dell’ordine, giocano semplicemente alle sciarade, i promotori del Sinodo giocano con il fuoco.

LifeSite: Scrivendo la prefazione al vostro libro congiunto, Sua Eminenza il Cardinale Raymond Burke ha sostenuto che la “sinodalità” è uno slogan usato da coloro che cercano di “cambiare radicalmente l’autocomprensione della Chiesa, in accordo con un’ideologia contemporanea che nega gran parte di ciò che la Chiesa ha sempre insegnato e praticato”. Con la sessione di ottobre 2023 ormai conclusa e il Sinodo che prosegue nello stesso stile, avrebbe qualche idea su come i fedeli cattolici dovrebbero lavorare per preservare la natura autentica della Chiesa?

Prendi il libro adesso! Il processo sinodale è un vaso di Pandora è ora disponibile per $ 10,95.
Clicca qui per ottenere subito la tua copia
, in italiano Qui

Sig. Julio Loredo:  Come ho detto prima, la battaglia di oggi è una battaglia di coraggio e fedeltà. Dobbiamo avere il coraggio di opporci all’ondata travolgente del sinodalismo; e fedeltà alla nostra tradizione bimillenaria. In chiusura potrei citare la Lettera alla Chiesa di Sardi:  «Vegliate e rafforzate ciò che resta, che è pronto a morire. (…) Colui che vincerà sarà così vestito di vesti bianche, e io non cancellerò il suo nome dal libro della vita, e confesserò il suo nome davanti al Padre mio e davanti ai suoi angeli”. (Ap. 3,1).

Al di là dei momenti terribili che ci attendono, possiamo già percepire l’alba sacra del Regno di Maria. La Madonna lo ha promesso, quando, a Fatima, ha proclamato: “Finalmente il mio Cuore Immacolato trionferà!”.

Credito fotografico: © lublubachka – stock.adobe.com

Michael Haynes 4 dicembre 2023

Articoli correlati

Il certificato di nascita di una nuova Chiesa?

Ecco tre modi per esercitare la tua fede negli affari

Perché così tante chiese cattoliche canadesi stanno bruciando?

Perché le persone ignorano la Jihad al rallentatore che infuria in Francia?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.