Infine, Il Mio Cuore Immacolato Trionferà!

35Il principio di sussidiarietà


Una società dotata di autorità e flusso vitale è caratterizzata da una vita sociale immensamente ricca. Ogni famiglia, gruppo sociale, professione, regione e Stato tende a riunirsi sotto guide naturali per affrontare i bisogni così propri della nostra natura sociale. Ciascuna unità produce per consuetudine e buon senso ciò che è capace di produrre. Fa uso di tutte le sue ricchezze, bellezze e risorse. È solo in questo contesto che possiamo constatare la corretta applicazione del principio di sussidiarietà.

Il principio di sussidiarietà
Il matrimonio di Don João Fernando Salazar e Bragança e Doña Pilar – Portogallo

Secondo questo principio, un’unità sociale dovrebbe ricorrere a un’unità o autorità superiore solo in quelle questioni che non è in grado di gestire. Le società superiori sono sussidiarie alle minori ed esistono per servirle. “Una comunità di ordine superiore non deve interferire nella vita interna di una comunità di ordine inferiore, privandola delle sue funzioni, ma piuttosto sostenerla in caso di bisogno e aiutarla a coordinare la sua attività con quelle delle altre della società, sempre in vista del bene comune”.

Il principio di sussidiarietà
La Guardia Costiera degli Stati Uniti porta in salvo una vittima dell’uragano Katrina. Una delle tante operazioni militari avvenute dopo l’uragano Katrina, il 30 agosto 2005.

Lo Stato dovrebbe quindi lasciare alla famiglia i compiti che gli sono propri. La comunità dovrebbe chiedere aiuto allo Stato in questioni come la difesa che vanno oltre le sue capacità. Le organizzazioni professionali nazionali, statali o locali dovrebbero occuparsi delle questioni proprie di ciascuna.

Cosa hanno da dire i Papi sul socialismo

Il principio di sussidiarietà
Una guardia nazionale dell’esercito americano dell’Oklahoma con la 63a squadra di supporto civile, conduce operazioni di ricerca e salvataggio il 21 maggio 2013, a Moore, Oklahoma, dopo che un tornado ha squarciato l’area.

Molti, sia a sinistra che a destra, hanno semplificato il principio di sussidiarietà nel senso che tutte le funzioni devono essere ridotte quasi esclusivamente al livello più basso possibile. Non considerano il ruolo del flusso vitale e dell’autorità e imporrebbero artificialmente a tutti un’economia o un governo quasi di villaggio. Una tale “sussidiarietà” senza strati governativi di associazioni intermediarie è sterile dove ci sono solo due attori principali: l’unità sociale primitiva e lo Stato onnipotente.

* * *

John Horvat II, Ritorno all’ordine: da un’economia frenetica a una società cristiana organica: dove siamo stati, come siamo arrivati ​​​​qui e dove dobbiamo andare (York, Pennsylvania: York Press, 2013), 176.

Giovanni Horvat II 15 gennaio 2019

Articoli correlati

Quando le vere élite prendono il comando, i problemi vengono risolti

Il libro “Post” di Deneen: abbiamo bisogno di un cambiamento di regime o di un cambiamento di cuori?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.