Infine, Il Mio Cuore Immacolato Trionferà!

2Dieci tratti eccezionali della società cristiana organica

Dieci virtù della Christian Organic Society

La società cristiana organica è un rimedio che può condurci a un’economia equilibrata senza i mali di una frenetica intemperanza. Potrebbe sembrare strano che proponiamo deliberatamente una società come soluzione a un problema economico. Tuttavia, crediamo che l’economia dovrebbe essere così integrata in un ordine sociale che le due soluzioni, sociale ed economica, siano unite in una sola.

Per spiegare meglio il concetto di società organica cristiana, possiamo citare dieci caratteristiche distintive, che creano un clima di ordine e virtù che favorisce i legami sociali, il commercio e il libero mercato.

Perché è biologico?
La prima caratteristica la possiamo trovare nel nome che abbiamo dato a questa società: deve essere biologica. Possiamo definire una società organica come un ordine sociale orientato al bene comune, meravigliosamente adatto al pieno sviluppo della nostra natura umana e della nostra convivenza comunitaria. Si chiama “organico” perché questo ordine non tratta le persone come parti di una macchina ma come esseri viventi e unici con tutti gli elementi complessi e sfumati che fanno parte della vita.

Spontaneità, vitalità e creatività
Dal concetto di organico, possiamo considerare le caratteristiche che scaturiscono dagli esseri viventi: spontaneità, vitalità e creativitàReturn to Order presenta e celebra queste caratteristiche come un rinfrescante contrasto con l’economia moderna. La società e l’economia che ne risultano sono piene di vitalità e creatività; sfumatura e significato; e poesia e passione. Allo stesso tempo, un simile ordine è pieno di dinamismo e capace di grande produzione.

Prudenza, Giustizia, Fortezza e Temperanza
Una società cristiana organica deve necessariamente coltivare le virtù, soprattutto le virtù cardinali della prudenza, giustizia, fortezza e temperanza, che possiamo qualificare come tratti necessari. Quando queste virtù vengono praticate in una società organica, tutto entra in un giusto equilibrio e ritmo perché ognuno agisce secondo la sua natura. Questo è il fondamento per il vero ordine e anche per il vero progresso e la prosperità di cui c’è tanto bisogno oggi.

Unire i cuori e le menti con la carità
Un’altra caratteristica ancora è la carità . In tale ordine, la beneficenza ha un’influenza moderatrice sull’economia. Inoltre, la carità è necessaria perché perfeziona e assicura la pratica della giustizia nella società. Poiché, sebbene la giustizia possa diminuire i conflitti e la disunità, solo la carità può realizzare una vera unione dei cuori e delle menti. Pertanto, pur non essendo un principio economico in sé, la carità funge facilmente da zavorra nel tumulto di una frenetica intemperanza.

È profondamente cristiano
Infine bisogna aggiungere che quest’ordine deve essere cristiano. Un ordine organico non può essere ridotto a un modo naturale di organizzare la società. Un ordine cristiano va oltre la semplice pratica delle virtù poiché è ben radicato nella realtà della nostra natura decaduta, nella fiducia che tutti dobbiamo avere nella Provvidenza e nell’aiuto della grazia divina. Si adatta bene sia alle sofferenze che alle gioie che questa valle di lacrime offre. La società organica cristiana, infatti, nasce sotto l’ombra costante della Croce, che ci insegna a soffrire le vicissitudini della vita. Deve avere Cristo come modello e maestro divino.

Pertanto, una società cristiana organica deve avere questi dieci elementi come quadro di principi senza tempo ai quali potremmo ritornare:

  1. Organicità
  2. Spontaneità
  3. Vitalità
  4. Creatività
  5. Prudenza
  6. giustizia
  7. Fortezza
  8. Temperanza
  9. Carità e
  10. cristianesimo

Di fronte all’attuale crisi economica e morale, abbiamo bisogno di rimedi rinfrescanti come quelli offerti da una società cristiana organica e che sono attentamente spiegati nel libro Return to Order: From a Frenzied Economy to an Organic Christian Society—Where We’ve Stato, come siamo arrivati ​​fin qui e dove dobbiamo andare, in italiano Qui

John Horvat II 15 gennaio 2013

Articoli correlati

In primo piano

Una definizione di ordine

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.