Infine, Il Mio Cuore Immacolato Trionferà!

1La religione eretica del movimento omosessuale

La religione eretica del movimento omosessuale
La religione eretica del movimento omosessuale

Molte eresie che si sono infiltrate nella Chiesa primitiva derivavano da una falsa antropologia. Una nozione errata della natura umana conduce a una falsa teologia ea una nozione errata sulla natura del Creatore. Diverse eresie gnostiche nei primi secoli della Chiesa ne sono esempi tipici.

Qualcosa di simile accade oggi con l’eresia omosessuale che si è infiltrata nella Chiesa. Più che un’eresia, è una nuova religione fondata sullo gnosticismo che afferma che si comprende meglio la natura di Dio attraverso l’omosessualità. I suoi credenti affermano che Dio ha creato uomini e donne omosessuali per riflettere meglio la Sua immagine e somiglianza.

Fr. Jim McDermott, SJ, un collega editore di America Magazine con p. James Martin, SJ, espone questa dottrina in un articolo sacrilego e blasfemo sulla rivista dei gesuiti americani. Il titolo riassume la sua tesi: “La Chiesa cattolica ha bisogno di santi LGBT”. L’autore dichiara senza mezzi termini: “Sono gay”.

Gli omosessuali “offrono uno scorcio di chi è Dio”

Sottolineeremo qui un solo punto dell’articolo che getta nuova luce (o nuova oscurità) sulla dottrina sottostante al movimento omosessuale e alla sua infiltrazione nella Chiesa cattolica. Spiega gli atteggiamenti di molti membri di alto rango della gerarchia e dei sacerdoti in questa materia.

Fr. La dottrina di McDermott sulla necessità dell’omosessualità per conoscere meglio Dio può essere ridotta a un falso sillogismo, che egli formula con le sue stesse parole:

  1. “Come cattolici crediamo che ognuno di noi nasca a immagine e somiglianza di Dio. Non solo persone eterosessuali, bianchi o uomini, tutti.
  2. “Dire che Dio ci ha creati o che siamo fatti a sua immagine è dire che offriamo uno scorcio di chi è Dio”.
  3. Pertanto, “ognuno di noi [omosessuali] potrebbe essere un tale dono, un modo attraverso il quale altri possono conoscere meglio Dio e se stessi”.

Fr. McDermott non riesce a distinguere tra la tendenza omosessuale, che, sebbene intrinsecamente disordinata, non è peccaminosa in quanto tale e può essere contrastata con l’aiuto della grazia, e la pratica dell’omosessualità che è condannata dalla legge naturale e divina, come insegna la Chiesa. Cita solo “persone LGBT” che si riferisce a coloro che praticano questo vizio o sostengono il movimento omosessuale. Quindi possiamo presumere che si riferisca a coloro che praticano l’omosessualità o che sia un “alleato”.

“Immagine e somiglianza di Dio” come omosessuali?

L’errore implica che gli omosessuali siano creati a immagine e somiglianza di Dio, non come esseri umani, ma come omosessuali.

Dice: “Come cattolici crediamo che ognuno di noi sia nato a immagine e somiglianza di Dio. Non solo persone eterosessuali, bianchi o uomini, tutti. (“Tutti” è un modo indiretto per dire “omosessuali” invece di “persone eterosessuali”.)

Considera questa una “verità della nostra fede”, un dogma.

È vero che tutti gli uomini sono stati creati ad immagine e somiglianza di Dio. In effetti, questa è una “verità della nostra fede”. Tuttavia, è sbagliato e blasfemo insinuare che la pratica del peccato contro natura in qualche modo assomigli o rifletta la natura divina, e che questa sia una “verità della nostra fede”. Cioè introdurre il peccato in Dio stesso.

Immagine e somiglianza

La statua della Vergine Pellegrina Internazionale della Madonna di Fatima piange lacrime nel 1972
50 anni fa, nel luglio 1972, la statua della Vergine Pellegrina Internazionale di Nostra Signora di Fatima pianse miracolosamente vere lacrime umane a New Orleans, in Louisiana.

Dice san Tommaso: «è manifesto che nell’uomo c’è qualche somiglianza con Dio, copiata da Dio come da un esemplare». Ora, la pratica omosessuale, essendo in contrasto con la natura umana così come Dio l’ha creata, non può essere una copia della natura divina.

Lo stesso santo afferma che l’immagine e la somiglianza dell’uomo con Dio derivano soprattutto dalla sua natura razionale. Tuttavia, l’omosessualità va contro la ragione umana, la legge naturale, e quindi va contro una somiglianza con Dio. Sebbene la somiglianza con il Creatore sia impressa nella natura umana, l’uomo non agisce sempre e necessariamente in accordo con essa. L’uomo può peccare gravemente se, servendosi del suo libero arbitrio, è infedele alla grazia e dà libero sfogo alla concupiscenza senza legge derivante dal peccato originale. Attraverso il peccato, dice il Dottore Angelico, l’immagine di Dio è oscurata e sfigurata.

Sebbene nella sua natura un peccatore mantenga una somiglianza con Dio Creatore, nessun peccato assomiglia a Sua Santità Suprema o offre “uno scorcio di chi è Dio”.

La dottrina dietro “Chi sono io per giudicare?”

Secondo p. McDermott, questa “verità della nostra fede” costituisce la base della teologia e dei pensieri di papa Francesco sulla pratica dell’omosessualità:

“È questa verità della nostra fede . . . che ha permesso a Francesco di dire, quando gli è stata posta una domanda sui preti gay, ‘Se una persona gay è alla ricerca ansiosa di Dio, chi sono io per giudicarla ?’”

Questa nuova “verità della nostra fede”, continua il gesuita, “gli ha permesso [Papa Francesco] di elogiare il lavoro di organizzazioni come New Ways Ministry e persone come Jeannine Gramick, SL, e il mio collega James Martin, SJ, tutti loro prestano servizio ai cattolici LGBT, nel caso di suor Gramick, da oltre 50 anni. . .”

“Se noi [omosessuali] siamo figli di Dio come tutti gli altri”, p. McDermont insiste, “allora dovremmo ricevere la stessa cura e rispetto che hanno loro”.

Assumere una posizione di principio, non personale

Come cattolici praticanti, siamo pieni di compassione e preghiamo per coloro che lottano contro la violenta tentazione di peccare, sia verso il peccato omosessuale o altro.

Siamo consapevoli dell’enorme differenza tra questi individui che lottano con le loro debolezze e si sforzano di superarle e altri che trasformano il loro peccato in motivo di orgoglio, e cercano di imporre il loro stile di vita a tutta la società, in flagrante opposizione alla tradizione cristiana morale e diritto naturale. Tuttavia, preghiamo anche per loro.

Secondo l’espressione attribuita a sant’Agostino, noi «odiamo il peccato ma amiamo il peccatore». E amare il peccatore, come spiega lo stesso Dottore della Chiesa, è augurargli il meglio che possiamo desiderare per noi stessi, cioè «che ami Dio con un affetto perfetto». (Sant’Agostino, Della morale della Chiesa cattolica , n. 49, www.newadvent.org/fathers/1401.htm )

Un errore antropologico. . .

Questa nuova religione, che sostiene che la pratica dell’omosessualità è una virtù attraverso la quale si può raggiungere la santità, si basa sulla falsa premessa che Dio abbia creato alcune persone eterosessuali e altre omosessuali. Questa conclusione significherebbe che ha creato due diverse nature umane: una eterosessuale e una omosessuale.

Questa ipotesi contraddice la Scrittura, che dice che Dio “li creò maschio e femmina” ( Gen. 5:2 ) e anche la sapienza divina. Come potrebbe Dio creare persone omosessuali e allo stesso tempo proibire l’omosessualità? Perché tutte le cose create sono orientate verso la loro fine.

. . . Ciò porta a un errore teologico

Dobbiamo insistere sul fatto che l’omosessualità contraddice la natura umana come Dio l’ha creata e non può offrire “uno scorcio di chi è Dio”. L’unico modo per affermare questa contraddizione è cambiare il concetto di Dio. Pretendendo di cambiare la natura umana, il movimento omosessuale nella Chiesa cambia anche la natura di Dio.

Se le azioni di un uomo malvagio fossero causate dalla sua natura che Dio ha creato a sua immagine e somiglianza, la conseguenza inevitabile sarebbe che la stessa natura divina sarebbe malvagia e causa di ogni male morale, come affermavano molti gnostici.

Il cardinale Joseph Tobin e 13 arcivescovi e vescovi statunitensi sono “dalla tua parte”

La dottrina del sacerdote gesuita non è un’opinione isolata o insignificante. America Magazine , una delle riviste religiose più influenti del paese, sta commercializzando questa opinione attraverso un’importante campagna promozionale:

” L’America ha recentemente lanciato una campagna di marketing nazionale chiamata #OwnYourFaith. Questo articolo fa parte di una serie di saggi che affrontano le domande che molti cattolici si pongono sulla Chiesa e sul mondo. È tempo di #OwnYourFaith.

Del resto, un cardinale americano e diversi vescovi hanno condiviso questa dottrina in un “manifesto” pro-LGBT citato in p. L’articolo di McDermott:

“’Sappi che Dio ti ha creato, Dio ti ama e Dio è dalla tua parte’, hanno scritto il cardinale Joseph Tobin e altri 13 arcivescovi e vescovi statunitensi in una dichiarazione lo scorso dicembre, parlando ai giovani LGBT”.

Questo articolo è apparso poco dopo l’uscita del film di propaganda su p. L’attivismo pro-omosessuale di James Martin. Intitolato Building a Bridge, è diretto dal regista notoriamente blasfemo Martin Scorsese.

Cantico delirante, ateo e feticisticamente credulo

Nostra Signora dell'Apocalisse

Tutto ciò rivela la portata della terribile crisi in campo religioso e temporale. Ci porta a chiederci, con il Prof. Plinio Corrêa de Oliveira: ( Sal 123,8 )

“[In che misura un cattolico può percepire i bagliori ingannevoli, il cantico (insieme sinistro e attraente, rasserenante e delirante, ateo e feticisticamente credulo) con cui, dal fondo degli abissi in cui giace eternamente, il Principe di Le tenebre attirano coloro che hanno rinnegato Gesù Cristo e la sua Chiesa?”

“Adjutorium Nostrum in Nomine Domini”

“Adjutorium nostrum in nomine Domini, qui fecit caelum et terram”. (“Il nostro aiuto è nel nome del Signore, che ha fatto il cielo e la terra”.

Per intercessione della Madonna, Egli ci aiuterà a rimanere fedeli alla Chiesa di Nostro Signore Gesù Cristo. Imploriamo Dio di abbreviare questi tempi terribili e di adempiere presto la promessa della Madonna a Fatima: Finalmente il mio Cuore Immacolato trionferà.

Foto in alto: © Andre – stock.adobe.com

Luiz Sérgio Solimeo 16 giugno 2022

Articoli correlati:

È tempo di invocare gli angeli e i santi?

Papa Francesco sta cambiando solo il tono della Chiesa sulle persone LGBT o anche la dottrina?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.