Infine, Il Mio Cuore Immacolato Trionferà!

19Il 120° anniversario dell’elezione di San Pio X

Il 120° anniversario dell'elezione di San Pio X: ai piedi della Madre del Buon Consiglio, il cardinale Sarto prende una decisione che ha cambiato il corso della storia
Il 4 agosto 2023 celebriamo il 120° anniversario dell’elezione di San Pio X al Soglio Pontificio.

Il 4 agosto celebriamo il 120° anniversario dell’elezione di San Pio X al Soglio Pontificio.

Ai piedi della Madre del Buon Consiglio, San Pio X prese la decisione più importante della sua vita. Accettò la sua elezione pontificia. Questa decisione cambiò non solo il corso della sua vita ma anche il corso della storia.

Il 20 luglio 1903 morì Leone XIII. Monsignor Merry del Val fu nominato segretario del Conclave dopo la morte improvvisa di monsignor Volpini. Fu scelto per le sue indiscutibili qualità e, soprattutto, per le sue virtù esemplari. Dentro e fuori Roma si era acquistato la fama di sacerdote animato dallo spirito di Dio. Fu durante il Conclave che avvenne il suo primo incontro con san Pio X: «Per quanto possa sembrare strano», scriverà molti anni dopo, «non avevo mai conosciuto Sua Eminenza il cardinale Giuseppe Sarto».

Il Conclave ebbe luogo dopo due lunghissimi pontificati: quello di Pio IX, durato trentadue anni (1846-1878), e quello di Leone XIII, durato poco meno di venticinque anni (1878-1903). Si trovava ora di fronte al dilemma di ogni elezione papale: o eleggere un papa che rappresentasse la continuità con il pontificato appena concluso oppure un cambio di rotta per il futuro.

L’imperatore d’Austria-Ungheria pose il veto al candidato di continuità avvalendosi di una prerogativa abusiva ( jus exclusivae ) ereditata dal Sacro Romano Impero Germanico, di cui si considerava un successore. Quel candidato era il cardinale Mariano Rampolla del Tindaro (1843-1913), segretario di Stato di Leone XIII, che rappresentava la politica filofrancese e antiaustriaca del pontefice.

Come previsto, Rampolla era il principale candidato papabile ed è andato molto vicino a essere eletto. Tuttavia alcuni cardinali italiani e francesi si opposero alla sua elezione perché era molto coinvolto negli affari diplomatici tra le varie potenze europee.

Scopri tutto sulle profezie di Nostra Signora del Buon Successo sui nostri tempi

Il Conclave ha scelto un altro candidato con diversi voti a suo favore. Tuttavia, quell’elezione raggiunse un punto morto difficilmente risolvibile rapidamente perché il cardinale Joseph Melchior Sarto, patriarca di Venezia, persistette nel suo fermo ed energico rifiuto di diventare papa.

Poiché questa situazione minacciava di protrarsi a lungo, il Segretario del Conclave, Mons. Rafael Merry del Val, fu inviato dal Decano del Sacro Collegio al Cardinale Sarto, chiedendogli di accettare la sua elezione. Ecco come l’arcivescovo Merry del Val descrive i fatti:

“Era verso mezzogiorno quando entrai nella cappella silenziosa e buia. La lampada del tabernacolo brillava intensamente, mentre altre candele erano accese sull’altare e poste ai lati dell’immagine della Madonna del Buon Consiglio. Ho visto un cardinale inginocchiato sul pavimento di marmo, a una certa distanza dalla balaustra della comunione, in preghiera davanti al tabernacolo, con la testa tra le mani e i gomiti appoggiati su una delle panche di legno. Non ricordo la presenza di nessun’altra persona nella cappella in quel momento. Era solo il cardinale Sarto. Mi inginocchiai accanto a lui e, a bassa voce, gli confidai il messaggio che avevo ricevuto. Sua Eminenza alzò la testa, girandola lentamente verso di me mentre ascoltava, le lacrime gli salirono agli occhi e quasi trattenei il fiato in attesa della risposta. «Sì, sì, monsignore», rispose dolcemente; “di’ al cardinale che mi faccia questa carità.” Sembrava ripetere, come un’eco, le parole del suo Divino Maestro nel Getsemani: ‘Transeat a me calix iste…’

«Le uniche parole che ebbi la forza di pronunciare in risposta, e che uscirono dalle mie labbra come ispirate da qualcun altro, furono: ‘Eminenza, si faccia coraggio, il Signore l’aiuterá’. ti aiuterò). Il cardinale mi guardò con quell’espressione profonda che ho imparato a conoscere così bene: “Grazie, grazie” , ripeté, e non disse altro. Di nuovo si mise la testa tra le mani per finire la preghiera, e io mi voltai. Non dimenticherò mai l’impressione che mi fece questo primo incontro, di fronte ad un’angoscia così intensa. Era la prima volta che entravo in contatto con Sua Eminenza e mi sentivo al cospetto di un santo”.

La scienza conferma: gli angeli portarono la casa della Madonna di Nazareth a Loreto

Dopo molta preghiera ai piedi della Madre del Buon Consiglio, il Santo Cardinale Patriarca di Venezia ha dato la sua risposta: “Accipio in Cruce” – Lo accetto sulla Croce”.

Fu così eletto il Papa, che condannò la più insidiosa delle eresie, il Modernismo. La storia sarebbe stata ben diversa se non fosse stato per quel fiat ai piedi della Madre del Buon Consiglio.

È, fino ad oggi, l’unico parroco a diventare Papa.

Gustavo Solimeo 4 agosto 2023

Articoli correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.