Infine, Il Mio Cuore Immacolato Trionferà!

14Rilevanza duratura del messaggio di Fatima della Madonna

Di Andrew Cesanek e David Rodríguez

Mentre il 2022 volge al termine e iniziamo un nuovo anno, è opportuno riflettere sullo scopo immediato del Centro di Fatima: far conoscere ampiamente la sempre crescente urgenza del Messaggio di Fatima. Viviamo nel “Tempo di Fatima“. Le profezie della Madonna e i terribili avvertimenti di Suor Lucia continuano a manifestarsi negli eventi attuali.

Anche Papa Benedetto XVI ha proclamato (riferendosi al Terzo Segreto) il 13 maggio 2010, a Fatima davanti a 500.000 pellegrini: “Chi pensa che la missione profetica di Fatima sia conclusa inganna se stesso”.

E Papa Giovanni Paolo II ha affermato quanto segue durante una discussione con un gruppo selezionato di cattolici tedeschi a Fulda, in Germania, nel novembre 1980:

“D’altra parte, dovrebbe essere sufficiente che tutti i cristiani sappiano questo. Se c’è un messaggio in cui si dice che gli oceani inonderanno intere parti della terra, che da un momento all’altro periranno milioni di persone, non ha più senso voler pubblicare davvero questo messaggio segreto … Dobbiamo prepararci a subire tra non molto grandi prove, tali da richiederci una disposizione a rinunciare anche alla vita, e una dedizione totale a Cristo e per Cristo… Con la vostra e la mia preghiera è possibile mitigare questa tribolazione, ma non è più possibile scongiurarla, perché solo così la Chiesa può essere efficacemente rinnovata.Quante volte il rinnovamento della Chiesa è scaturito dal sangue! Anche stavolta non sarà diversamente. Dobbiamo essere forti e preparati, e confidare in Cristo e in sua Madre, ed essere molto, molto assidui nella preghiera del Rosario”.

Inoltre, il Vescovo Amaral, terzo Vescovo di Fatima, in un discorso a Vienna, in Austria, il 10 settembre 1984, dichiarò quanto segue:

“Il suo contenuto riguarda solo la nostra fede. Identificare il [Terzo] Segreto con annunci catastrofici o con un olocausto nucleare significa deformare il senso del messaggio. La perdita della fede di un continente è peggiore dell’annientamento di una nazione ; ed è vero che la fede va diminuendo continuamente in Europa».

Poi, in un’intervista pubblica nel 1995, aggiungendo una prova cruciale, il Vescovo Amaral dichiarò: “Prima di affermare a Vienna [nel 1984] che il Terzo Segreto riguardava solo la nostra Fede e la perdita della fede, avevo consultato Suor Lucia e prima ha ottenuto la sua approvazione”.

È urgente che la Russia sia consacrata

Dopo il 25 marzo 2022, molti cattolici pensavano che la corretta consacrazione della Russia avrebbe potuto essere compiuta, ma non è così . Gli eventi attuali degli ultimi nove mesi hanno mostrato chiaramente a tutti che Dio sta ancora aspettando la giusta consacrazione della Russia. Quando ciò accadrà, la Madonna risponderà prontamente realizzando le Sue infallibili promesse. Tuttavia, durante questi ultimi nove mesi, al Fatima Center è stato chiesto: ‘Qual è il tuo scopo adesso?’ Questa domanda sembra ancora rilevante, ma dall’estremo all’altro estremo dello spettro. Ci sono quelli che sanno che la Russia non è consacrata, vedono i segni dei tempi, leggono altre profezie e credono che la consacrazione della Russia sarà troppo tardi e quindi non è più rilevante. Questo è l’errore che in particolare cerchiamo di correggere in questo saggio.

Una domanda inquietante

Considera la seguente domanda inviata di recente al Fatima Center:

«Perdona la mia franchezza, ma mi chiedo quale sia lo scopo del Centro adesso. Come i suoi predecessori, Jorge Bergoglio ha disobbedito a Maria non riuscendo a rilasciare l’intero Terzo Segreto e a consacrare la Russia come richiesto da Maria. I cattolici devoti, i pochi rimasti, sono a conoscenza delle promesse del Primo Sabato e dello Scapolare, sebbene, secondo il mio sondaggio, non le eseguano, affidandosi pigramente alla misericordia di Dio. L’Avvertimento o l’Illuminazione della Coscienza è dovuto in questa generazione per Luz De Bonilla, il che significa che accadrà non più tardi di circa 15 anni da adesso. Ma p. Rodrigue [un prete canadese che ha avviato una nuova fraternità religiosa] suggerisce che è imminente. Il rapido deterioramento del tessuto sociale suggerisce che ha ragione. L’Avvertimento sarà la perfezione della misericordia. Con esso dietro di noi e I tre giorni a seguire, perché continuare una missione che sembra essere superata dagli eventi mondiali? Anche Maria ha detto che la consacrazione arriverà tardi. Quando è questo? Ora sembra che potrebbe essere nella Nuova Era di Pace (Paradiso in Terra) dopo i Tre giorni di tenebra, a quel punto avrà poca o nessuna importanza poiché la popolazione globale sarà stata ampiamente purificata.

Come affrontiamo queste questioni confuse?

Innanzitutto, dovrebbe essere chiaramente affermato che la ragion d’essere del Fatima Center rimane la stessa di sempre: l’ obbedienza di tutti – sia la gerarchia della Chiesa che i laici – al pieno Messaggio di Fatima della Madonna. Quell’obbedienza non è certamente stata compiuta. La Russia non è stata ancora consacrata al Cuore Immacolato di Maria, né si è convertita alla fede cattolica. Né il Terzo Segreto è stato rivelato.

Pochissime persone, inoltre, praticano la devozione del Primo Sabato richiesta dalla Madonna. E una percentuale molto bassa di cattolici recita quotidianamente il Rosario, offre preghiera e penitenza, indossa fedelmente lo Scapolare Marrone o si è consacrato al Cuore Immacolato di Maria. Pertanto, è della massima urgenza diffondere il Messaggio di Fatima a tutti quelli che conosciamo. A tal fine, il Fatima Center ha recentemente inviato per posta un utilissimo opuscolo ripiegabile intitolato “ Fatima in breve “. Per favore distribuisci questo a tutti quelli che conosci.

In secondo luogo, se qualcuno è a conoscenza delle realtà espresse nella domanda di cui sopra e comprende il contenuto di Fatima in breve , allora dovrebbe anche capire chiaramente perché lo scopo del Fatima Center è più pressante ora che mai. Tutti questi devoti della Madonna devono lavorare con maggiore urgenza. (David Rodríguez ha affrontato questa urgenza nel suo discorso, Fatima and the Kingship of Christ , alla nostra recente conferenza nel New Hampshire, Fatima: The Moment Has Come.

Terzo, e forse il meno affrontato e il più frainteso, è il fatto che una volta che la Russia sarà consacrata e convertita, lo scopo del Fatima Center sarà inestimabilmente più importante. Dopo i prodigiosi miracoli della Madonna, e la conversione di russi e milioni di altri, ci saranno innumerevoli anime che avranno bisogno di essere catechizzate nella Fede e istruite sulla devozione al Cuore Immacolato di Maria! La Chiesa in Oriente dovrà ricongiungersi con l’Occidente, perché non può esserci epoca di pace senza unità sotto il Vicario di Cristo. Tutti coloro che hanno lavorato con The Fatima Center per decenni saranno quindi ben disposti ad essere usati da Dio come Suoi strumenti per diffondere le devozioni del Rosario, dello Scapolare Marrone, del Cuore Immacolato e del Sacro Cuore in tutto l’Oriente.

Fai attenzione alla “profezia” contemporanea

Per quanto riguarda le profezie di p. Michel Rodrigue, non sono stati approvati dalla Chiesa; quindi, non possono essere considerati come “fatti”. Nessuna autorità della Chiesa, infatti, ha appoggiato queste profezie e il suo stesso vescovo le ha sconfessate. Contengono materiale sospetto. Ad esempio, afferma che durante la presunta Illuminazione della Coscienza: “Piccole lingue di fuoco si atterreranno su ogni anima durante questo processo che durerà circa 15 minuti. Ogni anima incontrerà Nostro Signore benedetto”. Riguardo a quest’ultima affermazione, ciò avverrà certamente al giudizio particolare di ciascuno (al momento della morte), quando Nostro Signore rende giustizia ai malvagi e concede ricompensa eterna ai buoni.

L’Avvertimento o l’Illuminazione della Coscienza non è insegnato dalla Chiesa Cattolica. Può succedere, oppure no. Se accadrà, non sappiamo davvero in cosa consisterà o quando accadrà – questo potrebbe essere riservato al tempo dell’Anticristo. Pertanto, i cattolici non dovrebbero basare la loro vita e soprattutto la salvezza delle loro anime sulla possibilità che ciò accada, per non parlare del fatto che un tale evento profetico accadrà durante la loro vita. Dio ci ha dato i Dieci Comandamenti e i doveri del nostro stato per guidare la nostra vita spirituale. Nostra Signora di Fatima ci ha fornito il messaggio più importante del nostro tempo; questo è un avvertimento sufficiente per vivere le nostre vite in modo appropriato.

Un’era di pace non verrà prima della giusta consacrazione. Il trionfo del Cuore Immacolato di Maria è un’era di pace. Sappiamo che questo accadrà perché Lei lo ha promesso. Solo dopo quel tempo di pace vedremo l’ascesa dell’Anticristo e la seconda venuta di Cristo. Chiaramente non siamo ancora in quella fase, anche se sembra che siamo alla fine di “un’era” e questa era probabilmente finirà in modo cataclismico. Quanto dipende dalla nostra obbedienza alla Madonna di Fatima e dal Messaggio che ci ha dato lì.

Inoltre, non abbiamo una tempistica o una garanzia sui Tre giorni di oscurità. Possono o non possono verificarsi in questa età. Se lo faranno, potrebbero essere un momento in cui molti vescovi infedeli muoiono e poi i pochi rimasti obbediscono e consacrano la Russia. Oppure questi giorni potrebbero accadere come risultato della Consacrazione, che potrebbe essere quando Dio purificherà il mondo e porterà un’era di pace. Oppure potrebbero accadere più tardi negli ultimi giorni dell’Anticristo. (Poiché i Tre giorni di tenebra non sono insegnati dal Magistero ordinario e universale della Chiesa, c’è anche la possibilità che non accadano affatto.)

Alla nostra recente conferenza a Manchester, nel New Hampshire, p. James Mawdsley ha fatto un buon punto in una delle sessioni di domande e risposte (il cui video sarà presto pubblicato online). Alcune persone hanno chiesto dei Tre giorni di oscurità e illuminazione della coscienza. Ha parlato di come le persone siano troppo interessate a queste cose sensazionali di cui sappiamo poco e che arrivano attraverso rivelazioni private (alcune non approvate dalla Chiesa), eppure i cattolici non leggono bene nemmeno l’Antico Testamento, che è sicuramente la parola di Dio e contiene – mediante l’uso dei tipi – tutto ciò che accadrà. Padre ha insistito sul fatto che dovremmo prima leggere l’Antico Testamento (diverse volte) prima di tentare di affrontare questi messaggi profetici contemporanei.

Non è mai troppo tardi

L’interrogante afferma: “Perché continuare una missione che sembra essere superata dagli eventi? Anche Maria ha detto che la consacrazione arriverà tardi». La Consacrazione della Russia avrebbe dovuto aver luogo nel 1929. Anche nel 1931, Nostro Signore aveva già detto che era tardi. Dio richiede pronta obbedienza, e non dovremmo tardare. Quindi, sappiamo da decenni che accadrà “tardi”.

Tuttavia, non è mai “troppo tardi” per obbedire alla Madonna di Fatima. La Madonna apparve a Suor Lucia a Tuy, in Spagna, il 13 giugno 1929 per fare la Sua richiesta formale per la Consacrazione della Russia. Poi nel 1931 (a Rianjo, in Spagna), poiché il Papa e i vescovi cattolici non avevano ancora obbedito alla Madonna, Nostro Signore disse a Suor Lucia: “Non è mai troppo tardi per ricorrere a Gesù e a Maria”.

Il comando della Madonna non può essere “superato dagli eventi”, né scavalcato né superato. Questo perché Dio è Onnipotente e ha il controllo assoluto di tutta la storia. Non c’è niente che gli uomini o i demoni possano fare per “sviare il piano di Dio”. Esortiamo vivamente tutti i fedeli a non dubitare mai delle parole o delle promesse della Madonna. Dovremmo leggere e rileggere – ponderare, meditare e confidare – le parole della Madonna a Fatima invece di leggere le presunte profezie di fonti non confermate. [1]

Solo la Madonna può aiutarci

Dobbiamo obbedire alla Madonna e incoraggiare tutti quelli che conosciamo a farlo. Ed è urgente che lo facciamo ora. L’ora è chiaramente tarda. Eppure la corretta consacrazione della Russia non avrà mai poca importanza. Perché la Madonna sarebbe venuta dal Cielo per chiedere formalmente la Consacrazione della Russia, sapendo che sarebbe stata “di poca o nessuna importanza”? Certamente dimostrò con le Sue profezie del 13 luglio 1917 che sapeva cosa riservava il futuro all’umanità. E Dio non permetterà che le cose vadano meglio senza quell’obbedienza alla Madonna (e il giorno della riparazione, per esempio). Solo Lei può aiutarci adesso. Cuore Immacolato di Maria, prega per noi!

Risoluzione del nuovo anno 2023

Pertanto, esortiamo ogni cattolico ad obbedire al Messaggio di Fatima della Madonna. Per favore pregate e fate penitenza per il Papa e la nostra gerarchia, affinché consacrino correttamente la Russia e rivelino il Terzo Segreto in totu . E decidi questo nuovo anno di [1] vivere più fedelmente il Suo Messaggio, e [2] raccontare (almeno) altre dieci anime del Suo Messaggio.

Cessate di offendere Dio e rimanete nello stato di grazia. La penitenza che Dio richiede a ciascuno di noi è che obbediamo ai Suoi comandamenti e adempiamo ai doveri del nostro stato.

Innalziamo alla Regina del Cielo una grande S. Cattolica Romana O. _ S. _

R – Pregate il vostro rosario tutti i giorni.
C – S onsacrarsi al Cuore Immacolato di Maria.
S – Indossare fedelmente il capillare Marrone S.
O – Offri Preghiera e Penitenza.
S – Pratica ogni mese la devozione del Primo Sabato .

Perché si sono infuriate le genti e il popolo ha escogitato cose vane?
Il Signore mi ha detto: Tu sei mio Figlio, oggi ti ho generato.

– dall’Introito della Messa della Mezzanotte di Natale (Sal 2,1.7)

NOTE DI CHIUSURA:

[1] Per rafforzare la vostra fede nelle promesse della Madonna e nel controllo assoluto di Dio sulla storia, vi incoraggio a leggere il recente libro di padre Mawdsley, Schiacciare la testa di satana , che approfondisce l’autentico compimento della parola ispirata e infallibile di Dio.

Fonte: Il Centro di Fatima

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da gianluca05

Pace: l’altra condizione della Madonna di Julio Loredo Da quando Papa Francesco ha annunciato che consacrerà la Russia (e l’Ucraina) al Cuore Immacolato di Maria, insieme a tutti i vescovi del mondo – ai quali ha rivolto un preciso appello in questo senso – tutto il mondo cattolico vive nell’attesa di questo storico evento. C’è chi, mosso da spirito pio, vede nel gesto pontificio una soluzione definitiva che metterà fine alla guerra, porterà alla conversione della Russia e al risanamento morale del mondo moderno. Altri, invece, mossi da spirito critico, vi segnalano possibili omissioni e contraddizioni. In ogni caso, bisogna rimarcare come l’annuncio di Papa Francesco – mettendo Fatima al centro degli avvenimenti contemporanei – abbia toccato una fibra profonda nell’opinione pubblica mondiale. L’atto di Francesco si collega a una precisa richiesta fatta dalla Madonna a Fatima nel 1917. Parlando ai pastorelli, la Madonna volle parlare al mondo intero, esortando tutti gli uomini alla preghiera, alla penitenza, all’emendazione della vita. In modo speciale, Ella parlò al Papa e alla sacra Gerarchia, chiedendo loro la consacrazione della Russia al suo Cuore Immacolato. Queste richieste, la Madre di Dio le fece di fronte alla situazione religiosa in cui si trovava il mondo intero all’epoca delle apparizioni. La Madonna indicò tale situazione come estremamente pericolosa. L’empietà e l’impurità avevano a tale punto preso possesso della terra, che per punire gli uomini sarebbe esplosa quella autentica ecatombe che fu la Grande Guerra 1914-1918. Questa conflagrazione sarebbe terminata rapidamente, e i peccatori avrebbero avuto il tempo di emendarsi, secondo il richiamo fatto a Fatima. Se questo richiamo fosse stato ascoltato, l’umanità avrebbe conosciuto la pace. Nel caso non fosse stato ascoltato, sarebbe venuta un’altra guerra ancora più terribile. E, nel caso che il mondo fosse rimasto sordo alla voce della sua Regina, una suprema ecatombe, di origine ideologica e di portata universale, implicante una grave persecuzione religiosa, avrebbe afflitto tutti gli uomini, portando con sé grandi prove per i cattolici: “La Russia diffonderà i suoi errori nel mondo, promuovendo guerre e persecuzioni alla Chiesa (...) I buoni saranno martirizzati. Il Santo Padre dovrà soffrire molto”. “Per impedire tutto questo – continua la Madonna – verrò a chiedere la consacrazione della Russia al Mio Cuore Immacolato e la Comunione riparatrice nei primi sabati. Se accetteranno le Mie richieste, la Russia si convertirà e avranno pace”. Dopo un periodo di estrema tribolazione e di terribili castighi “come non si sono mai visti” (santa Giacinta di Fatima), la Madonna promette il trionfo finale: “Finalmente, il Mio Cuore Immacolato trionferà. Il Santo Padre Mi consacrerà la Russia, che si convertirà, e sarà concesso al mondo un periodo di pace”. Ancor oggi gli esperti discutono sulla validità o meno delle varie consacrazioni fatte da Pio XII e da Giovanni Paolo II. La Madonna aveva posto tre condizioni: che la consacrazione fosse fatta dal Sommo Pontefice, che menzionasse la Russia, e che fosse fatta in unione con tutti i vescovi del mondo. In un modo o nell’altro, a tutte le consacrazioni – 1942, 1952, 1982, 1984 – mancava almeno una di delle condizioni. Dopo aver affermato perentoriamente che la consacrazione del 1984, fatta da Giovanni Paolo II, non era valida, la veggente suor Lucia aveva cambiato opinione, attestando invece la sua conformità a quanto richiesto dalla Madonna. Questa è la posizione più diffusa negli ambienti della Chiesa e fra i fedeli in generale. Non vogliamo entrare in un tema tanto complesso. Facciamo però notare che, alla Cova da Iria, la Madonna indicò due condizioni, entrambe indispensabili, perché si allontanassero i castighi con cui ci minacciava. Una di queste condizioni era la consacrazione. Supponiamo che sia stata fatta nel modo richiesto dalla santissima Vergine. Rimane la seconda condizione: la divulgazione della pratica della comunione riparatrice dei primi cinque sabati del mese. Ci sembra evidente che questa devozione non si è propagata fino a oggi nel mondo cattolico nella misura desiderata dalla Madre di Dio. E vi è ancora un’altra condizione, implicita nel messaggio ma anch’essa indispensabile: è la vittoria del mondo sulle mille forme di empietà e di impurità che oggi, molto più che nel 1917, lo stanno dominando. Tutto indica che questa vittoria non è stata ottenuta, e, al contrario, che in questa materia ci avviciniamo sempre più al parossismo. Così, un mutamento di indirizzo dell’umanità sta diventando sempre più improbabile. E, nella misura in cui avanziamo verso questo parossismo, diventa più probabile che avanziamo verso la realizzazione dei castighi. A questo punto bisogna fare una osservazione, e cioè che, se non si vedessero le cose in questo modo, il messaggio di Fatima sarebbe assurdo. Infatti, se la Madonna affermò nel 1917 che i peccati del mondo erano giunti a un tale livello da richiedere il castigo di Dio, non parrebbe logico che questi peccati siano continuati ad aumentare per più di mezzo secolo, che il mondo si sia rifiutato ostinatamente e fino alla fine di prestare ascolto a quanto gli fu detto a Fatima, e che il castigo non arrivi. Sarebbe come se Ninive non avesse fatto penitenza e, nonostante tutto, le minacce del profeta non si fossero realizzate. Per di più, la stessa consacrazione richiesta dalla Madonna non avrebbe l’effetto di allontanare il castigo se il genere umano dovesse restare sempre più attaccato alla empietà e al peccato. Infatti, fintanto che le cose staranno così, la consacrazione avrà qualcosa di incompleto. Insomma, siccome non si è operato nel mondo l’enorme trasformazione spirituale richiesta alla Cova da Iria, stiamo sempre più avanzando verso l’abisso. E, nella misura in cui avanziamo, tale trasformazione sta diventando sempre più improbabile. Applaudiamo l’atto di Papa Francesco e ci sommiamo toto corde a esso se seguirà i requisiti posti dalla Madonna a Fatima. Tuttavia, finché a questo atto non seguirà una vera e propria crociata spirituale contro l’immoralità dilagante – aborto, omosessualità, LGBT, mode indecenti, pornografia, gender e via dicendo – la semplice consacrazione della Russia – per quanto gradita alla Divina Provvidenza – non allontanerà il castigo. Mi sia permesso di sollevare un’altra perplessità, e non di piccolo peso. A Fatima la Madonna indicò, come l’elemento allora più dinamico del processo rivoluzionario che portava l’umanità verso l’abisso, gli “errori della Russia”, ossia il comunismo, che proprio nell’Unione Sovietica trovò la sua sede e fuoco di espansione. Non ci sarà una vera conversione finché questa ideologia non sarà rigettata in ogni sua manifestazione. Ora, proprio in questo campo il pontificato di Papa Francesco si è contraddistinto per la sua prossimità all’estrema sinistra: dalla vicinanza alla dittatura cubana, al sostegno ai “movimenti popolari” latinoamericani di matrice marxista, senza dimenticare i contatti col patriarca Kiryll, che della dittatura sovietica fu fedele servitore e propagandista. Anche qui, salvo miglior giudizio, ci sembra che, finché all’atto di venerdì a San Pietro non seguirà una vera e propria crociata spirituale contro il comunismo e i suoi epigoni, la sola consacrazione della Russia non fungerà da toccasana per risparmiare una catastrofe alla civiltà contemporanea. Fonte: TFP - Tradizione Famiglia Proprietà -

Lascia un commento