Infine, Il Mio Cuore Immacolato Trionferà!

12Le consacrazioni del Portogallo (1931, 1938) e i loro benefici

Quando il Papa, insieme a tutti i vescovi del mondo, consacrerà la Russia al Cuore Immacolato di Maria, cosa vedremo? Come sarà il Trionfo del Cuore Immacolato di Maria? Molte persone non sanno che la Madonna ha già dato al mondo uno scorcio, un preludio, di come sarà il Trionfo del suo Cuore Immacolato. Lo ha fatto in Portogallo dopo che i vescovi portoghesi hanno consacrato quella nazione – per nome – al Cuore Immacolato, il 13 maggio 1931.

Sembra che la Madonna abbia usato il Portogallo per dimostrare a livello nazionale cosa farà in tutto il mondo quando il Papa, in unione con i vescovi del mondo, consacrerà la Russia al Suo Cuore Immacolato. Forse anche la Madonna ci ha dato questa anticipazione affinché un’insulsa “civiltà dell’amore” pan-religiosa non possa mai mascherarsi con successo da Trionfo della Regina del Cielo.

La consacrazione del Portogallo (1931)

Il 13 maggio 1931, alla presenza dei 300.000 fedeli giunti a Fatima per l’evento, i vescovi del Portogallo consacrarono solennemente la loro nazione al Cuore Immacolato di Maria. Questi buoni vescovi misero il Portogallo sotto la protezione della Madonna per preservare quella nazione dal contagio comunista che stava dilagando in Europa, e specialmente in Spagna. Come risultato di questa Consacrazione, il Portogallo conobbe un triplice miracolo. Qui, delineeremo questo miracolo.

1) C’è stato un magnifico Rinascimento cattolico , una grande rinascita della vita cattolica, così sorprendente che coloro che l’hanno vissuta l’hanno attribuita senza dubbio all’opera di Dio. Durante questo periodo, il Portogallo conobbe un drastico aumento delle vocazioni sacerdotali. Il numero dei religiosi è quasi quadruplicato in 10 anni. Allo stesso modo sorsero comunità religiose. C’è stato un vasto rinnovamento della vita cristiana, che si è manifestato in molte aree, tra cui lo sviluppo di una stampa cattolica, una radio cattolica, pellegrinaggi, ritiri spirituali e un robusto movimento di Azione Cattolica che è stato integrato nel quadro della vita diocesana e parrocchiale .

Questo Rinascimento cattolico fu di tale portata che nel 1942 i vescovi del Portogallo dichiararono in una lettera pastorale collettiva: operato dal fattore modesto e invisibile dell’apparizione della Beata Vergine a Fatima. Davvero, la Madonna desidera salvare il Portogallo”. 1

2) C’è stato un miracolo di riforma politica e sociale , secondo i principi sociali cattolici. Poco dopo la consacrazione del 1931, salì al potere un leader cattolico in Portogallo, Antonio Salazar, che inaugurò un programma cattolico controrivoluzionario. Si sforzò di creare, per quanto possibile, un ordine sociale cattolico in cui le leggi del governo e delle istituzioni sociali fossero in armonia con la legge di Cristo, il suo Vangelo e la sua Chiesa. 2 Feroce avversario del socialismo e del liberalismo, era contrario a «tutto ciò che sminuisce o dissolve la famiglia». 3

Il presidente Salazar non ha semplicemente pronunciato una buona linea: ha promulgato una legislazione per proteggere la famiglia, comprese leggi che disapprovano il divorzio. Una di queste leggi diceva: “In armonia con le proprietà essenziali dei matrimoni cattolici: resta inteso che per il fatto stesso della celebrazione di un matrimonio canonico, i coniugi rinunciano al diritto legale di chiedere il divorzio “. 4 L’effetto di questa legge fu che i matrimoni cattolici non diminuirono di numero, ma aumentarono, così che nel 1960, quasi il 91 per cento di tutti i matrimoni nel paese erano matrimoni canonici.

Questa è una civiltà dell’amore, e non si vede da nessuna parte mentre avanziamo nel Terzo Millennio.

3) C’è stato il duplice miracolo della pace come risultato della Consacrazione. Il Portogallo è stato preservato dal terrore comunista, in particolare dalla guerra civile spagnola, che infuriava lì vicino. Anche il Portogallo è stato preservato dalle devastazioni della seconda guerra mondiale.

La consacrazione del Portogallo (1938)

Per quanto riguarda la guerra civile spagnola, i vescovi portoghesi avevano promesso nel 1936 che se la Madonna avesse protetto il Portogallo dai comunisti, avrebbero espresso la loro gratitudine rinnovando la consacrazione nazionale al Cuore Immacolato di Maria. Fedeli alla parola data, il 13 maggio 1938 rinnovarono la Consacrazione del Portogallo al Cuore Immacolato in ringraziamento per la protezione della Madonna. Il cardinale Cerejeira ha riconosciuto pubblicamente:

Da quando la Madonna di Fatima è apparsa nel 1917…Una speciale benedizione di Dio è scesa sulla terra del Portogallo…soprattutto se rivediamo i due anni trascorsi dal nostro voto, non si può non riconoscere che la mano invisibile di Dio ha protetto il Portogallo , risparmiandole il flagello della guerra e la lebbra del comunismo ateo.

Anche Papa Pio XII ha espresso stupore per il fatto che al Portogallo siano stati risparmiati gli orrori della guerra civile spagnola e la minaccia comunista. In un discorso al popolo portoghese, il Papa ha parlato del «pericolo rosso, così minaccioso e così vicino a voi, eppure evitato in modo così inaspettato». 5

I portoghesi superarono indenni questo primo pericolo, ma subito se ne presentò un secondo. Stava per scoppiare la seconda guerra mondiale.

Il 6 febbraio 1938, sette mesi prima della dichiarazione di guerra, Suor Lucia scrisse al suo vescovo, mons. da Silva. Gli disse che la guerra era imminente, ma poi parlò di una promessa miracolosa. Ha detto che “in questa guerra orribile, il Portogallo sarebbe stato risparmiato a causa della consacrazione nazionale al Cuore Immacolato di Maria fatta dai vescovi”. 6

E al Portogallo sono stati risparmiati gli orrori della guerra, i cui dettagli sono troppo numerosi per essere qui raccontati. 7 Ancora più notevole, Suor Lucia scrisse a Papa Pio XII il 2 dicembre 1940, per dirgli che il Portogallo stava ricevendo una protezione speciale durante la guerra che altre nazioni avrebbero ricevuto se i vescovi avessero consacrato le loro nazioni al Cuore Immacolato di Maria . Lei scrisse:

Beatissimo Padre, Nostro Signore promette una protezione speciale al nostro Paese in questa guerra , a causa della consacrazione della nazione, da parte dei prelati portoghesi, al Cuore Immacolato di Maria; a riprova delle grazie che sarebbero state concesse ad altre nazioni, se anch’esse si fossero consacrate a Lei. 8

Allo stesso modo, il cardinale del Portogallo Cerejeira non ha esitato ad attribuire alla Madonna di Fatima le grandi grazie ottenute per il Portogallo in questo periodo. Il 13 maggio 1942 disse:

Per esprimere ciò che accade qui da venticinque anni, il vocabolario portoghese ha una sola parola: miracolo . Sì, siamo fermamente convinti di dover alla protezione della Santissima Vergine la meravigliosa trasformazione del Portogallo. 9

Il cardinale Cerejeira ha inoltre spiegato che le benedizioni miracolose che la Madonna ha ottenuto per il Portogallo a causa della consacrazione del 1931 sono state un’anteprima di ciò che farà per il mondo intero dopo che la Russia sarà adeguatamente consacrata al suo Cuore Immacolato. Il Cardinale ha detto: “Quello che è avvenuto in Portogallo proclama il miracolo. E prefigura ciò che il Cuore Immacolato di Maria ha preparato per il mondo». 10

Non è quindi difficile capire perché il Portogallo di questo periodo sia stato chiamato la “Vetrina della Madonna”. E questo triplice miracolo del Portogallo rappresenta un’anticipazione di come la Russia e il mondo si prenderanno cura della consacrazione collegiale della Russia.

Appunti:

1. Lettera Pastorale Collettiva per il Giubileo delle Apparizioni del 1942,  Merv. XX , pag. 338. Citato da  Tutta la verità su Fatima , vol. II : The Secret and the Church , Frère Michel de la Sainte Trinité (edizione inglese, Immaculate Heart Publications, Buffalo, NY, 1989) p. 410.

2. L’influenza di Salazar nel governo portoghese era andata crescendo dal 1928. Divenne Presidente del Consiglio nel 1933. Successivamente, Salazar ricevette per i suoi sforzi la lode e la benedizione di Papa Pio XII. Pio disse: “Lo benedico di tutto cuore e nutro il più ardente desiderio che possa portare a termine con successo la sua opera di restaurazione nazionale, sia spirituale che materiale”. Citato da  Tutta la verità su Fatima,  vol. II, pag. 412.

3. Ivi, p. 415. (Parole dello stesso Salazar).

4. Ivi, p. 421.

5. Ivi, p. 422.

6. Ibid., pp. 427-428.

7. Vedi  Tutta la verità su Fatima,  vol. II ,  pp. 369-439.

8. Ivi, p. 428.

9. Ivi, p. 405. Il Cardinale Cerejeira pronunciò queste parole durante la celebrazione giubilare delle apparizioni di Fatima nel 1942.

10. Cardinale Cerejeira, Prefazione a  Giacinta  (1942),  Obras Pastorais,  vol. II, pag. 333. Cfr. Anche la sua omelia del 13 maggio 1942, Merv. XX , pag. 339. Citato da  Tutta la verità su Fatima , vol. II, pag. 437.

Fonte: Il Centro di Fatima

Lascia un commento