Infine, Il Mio Cuore Immacolato Trionferà!

10La crisi degli oppioidi: una soluzione spirituale

La crisi degli oppioidi: una soluzione spirituale
La crisi degli oppioidi: una soluzione spirituale

Una crisi da oppioidi sta devastando l’America. Ogni giorno, più di novanta americani muoiono per overdose di questi nuovi killer. La crisi riguarda l’uso improprio e la dipendenza da oppioidi come antidolorifici soggetti a prescrizionefentanil e eroina. I nuovi potenti oppioidi sintetici sono diventati particolarmente mortali.

Troppe persone erroneamente riducono il problema a cause materialistiche. Pensano che le persone abusino di oppioidi perché cercano solo modi per gestire il dolore. Altri collegano l’abuso alla depressione dovuta al triste stato delle loro finanze. Altri ancora accusano le grandi aziende farmaceutiche di produrre farmaci soggetti a prescrizione di cui si può abusare. Soprattutto, insistono che il governo debba impegnarsi con denaro e programmi massicci.

Tale prospettiva può affrontare i sintomi della crisi ma non le cause. L’abuso di oppioidi, come altre dipendenze, deriva da un profondo problema spirituale che affonda nelle anime di innumerevoli americani. Gli oppioidi si differenziano solo per la loro natura frenetica, che li rende estremamente autodistruttivi.

Scopri tutto sulle profezie di Nostra Signora del Buon Successo sui nostri tempi

L’uso di oppioidi può rapidamente degenerare in un abuso di sostanze che deriva da un vuoto spirituale nell’anima. È quindi necessaria una soluzione spirituale.

Comprendere i problemi spirituali

Trovare tali soluzioni è molto difficile perché va contro la saggezza convenzionale dei tempi. La maggior parte delle persone lavora con una mentalità secondo cui le persone hanno solo bisogni materiali. Non riconoscono il fatto che ognuno ha un lato spirituale e superiore.

Questo lato ha forti bisogni che devono essere soddisfatti come parte dell’esperienza dell’essere umano. Questo lato spirituale è ciò che rende ogni individuo unico. È la base della dignità umana. L’interazione di questo lato spirituale nella società è il fondamento delle attività politiche, culturali e religiose che soddisfano questi bisogni spirituali.

I bisogni spirituali includono il bisogno di bellezza, trascendenza e significato, spesso affrontati dalla cultura e dalla fede. Si ritrovano anche nel bisogno umano di vivere in società, espresso nell’ordine sociale, nella contingenza e nelle relazioni profonde come quelle familiari. Soprattutto, i bisogni spirituali sono soddisfatti dalla pratica religiosa mediante la quale le persone conoscono, amano e servono Dio, che è il loro fine ultimo.

La devozione al Cuore di Maria salverà il mondo

La società moderna fa molto per frustrare questi bisogni spirituali. L’individualismo, ad esempio, tende a isolare e a ripiegare le persone verso se stesse. Il materialismo nega lo spirituale e si concentra solo sulle comodità materiali che non potranno mai soddisfare. Il secolarismo diminuisce gli appetiti spirituali per Dio detronizzandolo dal suo posto centrale nella creazione e nella società. Quando le persone non riescono a trovare realizzazione spirituale nella società moderna, spesso cercano sostituti chimici o altri modi per fuggire.

Processi di decadimento

Esistono meccanismi sociali naturali che aiutano una persona a soddisfare i bisogni spirituali e ad affrontare la sfortuna. Le istituzioni della famiglia, della comunità e della fede, ad esempio, aiutano ad affrontare questi bisogni di fronte ai mali moderni.

Tuttavia, quando queste istituzioni crollano, come avviene ora, le persone possono subire processi di decadimento che portano a comportamenti autodistruttivi, che alla fine provocano la morte di decine di migliaia di persone che abusano di oppioidi. Quando la vita delle persone va in pezzi, possono facilmente diventare egocentriche e depresse. Perdono il sostegno spirituale di coloro che potrebbero aiutarli.

Quando un uomo, ad esempio, perde il contatto con i suoi bisogni spirituali, proietta i suoi desideri spirituali sulle cose materiali. Si attacca intensamente a tutte le cose rivolte all’interno, a se stesso. Può ancora rispettare parti dell’ordine generale, ma gradualmente diventa incapace di ammirare un ordine superiore di cose al di fuori di sé, specialmente quelle legate al buono, al vero e al bello.

e-Book GRATUITO, Un mistico spagnolo a Quito: Sor Mariana de Jesus Torres

e-Book GRATUITO: Un mistico spagnolo a Quito

Quando ciò accade, il vizio dell’intemperanza si impadronisce di lui perché desidera solo ciò che alimenta i suoi desideri sempre crescenti. La Temperanza è la virtù con cui l’uomo governa e modera i suoi appetiti e passioni naturali secondo le norme prescritte dalla ragione. Nel caso di quest’uomo particolare, egli diventa gradualmente incapace di amare il quadro più ampio di tutto ciò che è ordinato dalle norme della ragione.

Gli appetiti autodistruttivi contro l’ordine

Questo processo crea un grande squilibrio nell’anima. L’uomo intemperante avrà sete di rischi, di emozioni e di avventure nel tentativo di soddisfare appetiti voraci. Tuttavia non troverà tranquillità poiché cerca le cose al di fuori di ciò che è ragionevole. Alterna tra euforia e esaurimento nella sua futile ricerca di realizzazione. Dall’avversione per alcuni aspetti dell’ordine, presto sviluppa un’avversione per ogni ordine poiché lo trattiene, e persino un’avversione per l’idea dell’essere poiché lo definisce.

Il culto della bruttezza in America

Dal desiderare tutto intensamente, arriva a desiderare la distruzione delle stesse abitudini e cose che lo stimolano e lo rendono schiavo. Da questo, precipita nel caos, nella sensualità, nell’orgoglio, nella disperazione e nelle dipendenze. Non è difficile vedere come la crisi degli oppioidi alimenti questo processo autodistruttivo poiché spesso si manifesta nella rottura dell’ordine attorno alla persona.

Perché è necessario un ritorno all’ordine

Ecco perché l’ordine è così necessario alla società. Il mantenimento di un ordine sociale basato sul diritto naturale è l’unica vera soluzione che affronta le cause, e non i sintomi, della crisi degli oppioidi.

L’ordine cristiano dà origine all’uomo temperante che è del tutto contrario a quello disfunzionale appena descritto. Un uomo temperante, ad esempio, ama l’ordine e le istituzioni che lo mantengono. All’interno dell’ampia struttura della famiglia, della comunità e della fede, vede queste istituzioni sociali come benevoli corrimano verso il suo futuro, e non come odiose catene che lo privano del suo futuro. Facilitano la libertà e consentono alle persone di unirsi per il bene comune.

Come le cose materiali possono condurci a Dio

Così l’uomo temperante non disprezza la regolare routine quotidiana della vita che l’altro trova monotona. Ama questo ordine sereno come mezzo per garantire stabilità e controllo delle passioni secondo le norme prescritte dalla ragione. La famiglia cristiana è una meravigliosa manifestazione di questo ordine calmo e stabile.

Un ordine temperato non si limita all’amore per la routine e i compiti ordinari. Piuttosto, utilizza la piattaforma di un ordine stabile come una pista per cose più elevate. L’uomo temperante ha anche appetito per imprese straordinarie e avventurose. Tuttavia, i suoi desideri straordinari sono proporzionati e ragionevoli. Sono la continuazione dei desideri normali e non provocano una brusca rottura dell’ordine. Basati sulla realtà, non sulla fantasia, danno origine all’eroismo e alle gesta ammirevoli.

Perché abbiamo bisogno della bellezza nella nostra vita

Un’azione positiva per rigenerare l’ordine

Ecco perché vincere la Guerra Culturale è così importante. Preserva i resti dell’ordine che impediscono alla società di degenerare nella frenetica intemperanza. Nella misura in cui le istituzioni dell’ordine verranno distrutte, la società perderà la sua coerenza e precipiterà nel caos.

Anche se lottare per preservare le istituzioni dell’ordine è essenziale, non è sufficiente. È necessaria un’azione positiva per rigenerare l’ordine.

I bisogni spirituali devono essere affrontati direttamente. Contrariamente all’attuale cultura materialistica che domina la società, è necessario ritornare a una visione trascendentale della realtà che attiri al bene, al vero e al bello, come ordinato dalle norme della ragione.

Rivolgersi alle cose celesti

Certo, questo è sempre stato il ruolo della Chiesa: esortare i fedeli a sviluppare il gusto per le cose celesti. Insegna loro a perseguire l’eccellenza, la perfezione e la santificazione in questa vita, come preparazione per le gioie del Paradiso nella prossima. Immaginando gli splendori celesti, è diventato possibile imitarli qui sulla terra, dando origine ad una cultura ricca, piena di cose meravigliose, di cerimonie e di liturgia.

La nostra più grande speranza: la perfetta felicità del paradiso

Quando tale prospettiva prevale ed è aiutata dalla grazia, crea le condizioni per quella civiltà cristiana che ha vinto le passioni sfrenate e ha rivolto interi popoli all’amore di Dio e del prossimo.

Non esiste un modo per risolvere la crisi degli oppioidi. Tuttavia, quando le persone si rivolgono alla sublimità delle cose celesti, acquisiscono la capacità di superare i loro appetiti frenetici e cercare soluzioni spirituali. Un modo per iniziare a risolvere la crisi degli oppioidi potrebbe essere leggere il sermone in cielo di un santo o allevare una famiglia veramente cristiana.

Come visto su The Imaginative Conservative.

Giovanni Horvat II 22 gennaio 2018

Articoli correlati

La disastrosa era di Kissinger giunge al termine

I leader senza Dio possono rappresentare i devoti?

Perché Papa Francesco prende di mira i cattolici americani?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.